Internet Explorer non è più supportato

Per utilizzare al meglio il sito web ti preghiamo di usare un browser web attuale.

Ecco perché dovremmo prenderci regolarmente delle pause alcoliche

L'alcol è un veleno per l'organismo. Con regolari pause di assunzione possiamo concedergli un po' di riposo e ridurre il rischio di scivolare lentamente in una dipendenza.

Un buon bicchiere di vino con un pasto raffinato, un bicchiere di spumante come aperitivo o una birra dopo il lavoro: nella nostra cultura, l'alcol accompagna molte situazioni. Brindare con acqua minerale o succo d'arancia sembra inappropriato.

Perché sarebbe opportuno introdurre giorni o settimane senza alcol?

Lo scopo principale di una pausa dall'alcol è rendersi conto che si può farne benissimo a meno. Nel Regno Unito, ad esempio, ben quattro milioni di persone partecipano ogni anno al mese analcolico, il «Dry January». I ricercatori hanno colto l'occasione per condurre uno studio sul benessere percepito a livello soggettivo. I partecipanti hanno riscontrato un sonno migliore, hanno perso peso, si sono sentiti più in forma e hanno constatato una pelle più bella.

Come possono le pause dall'alcol aiutare a contrastare la dipendenza?

Il forte radicamento sociale dell'alcol rende difficile riconoscere dove finisce il bere piacevole e innocuo − e dove iniziano la dipendenza e i rischi per la salute. Una regolare pausa di assunzione di alcol può aiutare a non scivolare nella zona a rischio.

Se si riesce agevolmente ad astenersi durante il periodo di sobrietà, il bere non rappresenta molto probabilmente un problema. Durante le settimane di sobrietà ci si può anche esercitare nell'interazione sociale: ovvero come dire di no quando viene offerto dell'alcol. Si impara inoltre a conoscere e ad apprezzare le bevande analcoliche. Anche la rinuncia temporanea è una misura efficace per prevenire lo sviluppo graduale di un consumo problematico di alcol o di una dipendenza da esso − e per consentire agli organi un regolare periodo di recupero.

Quali organi risentono particolarmente dell'alcol?

Anche se pochi permille nel sangue fanno stare bene: per l'organismo, l'alcol è un veleno che può attaccare praticamente tutti gli organi. Nello stomaco, ad esempio, viene prodotta una quantità maggiore di acidi. Se ciò accade di frequente, la mucosa dello stomaco può infiammarsi. Anche il cuore reagisce fortemente all'alcol. Possono manifestarsi disturbi del ritmo o palpitazioni. Il fegato è responsabile della disintossicazione dell'organismo e dello smaltimento dell'alcol. Con un abbondante consumo costante, il fegato viene messo a dura prova. L'accumulo di alcol sotto forma di grasso può portare a un fegato grasso. Anche il sistema nervoso − che comprende il cervello − viene attaccato dall'alcol. E il rischio di sviluppare tutte le forme di tumore aumenta leggermente anche con piccole quantità.

Un mese di pausa è sufficiente per il recupero degli organi?

Per la mucosa gastrica sì. Si riprende rapidamente. I danni al cuore, al fegato e al sistema nervoso invece si sviluppano lentamente nel corso degli anni se si beve troppo. Questi organi si riprendono in seguito solo lentamente. Qualche settimana di pausa, come nel caso del «Dry January» o del «Sober October», porta un po' di sollievo ma non costituisce una cura completa. Il rischio di cancro, invece, viene influenzato solo limitatamente dall'astinenza temporanea. In questo caso è determinante la quantità totale nell'arco della vita.

(Continuazione in basso...)

Contenuti collegati

Vai al Dossier

Quanto alcol si beve in Svizzera?

Il consumo di alcol è diminuito costantemente negli ultimi 20 anni. Ma la quantità di alcolici è distribuita in modo alquanto diseguale: metà dell'alcol viene consumato solo dall'11% della popolazione. Secondo alcuni sondaggi, circa una persona su 20 in Svizzera fa un uso improprio dell'alcol o è addirittura gravemente dipendente.

Quanto alcol si può assumere senza problemi?

Per le donne, i medici raccomandano non più di 12 grammi di alcol puro al giorno. Ciò equivale a un decilitro di vino o a una birra piccola. Per gli uomini il doppio, ossia due decilitri di vino o una birra grande. Se nel fine settimana o in occasioni speciali si bevono due o tre bicchieri di vino o di birra non è una tragedia purché non si ecceda e non diventi un vizio. È importante che, in seguito, vengano introdotti alcuni giorni di astinenza dall'alcol. Una buon regola può essere la seguente: due o tre giorni alla settimana senza alcol, gli altri giorni bere in modo piacevole e moderato. Questa pratica è più benefica per gli organi rispetto a una pausa dall'alcol più lunga.

Qual è il significato di «Sober Curious»?

Sull'organizzazione «Arud»:

Il nome Arud sta per «Arbeitsgruppe für risikoarmen Umgang mit Drogen», ovvero gruppo di lavoro per il consumo di droghe a basso rischio. L'organizzazione è nata dalla drammatica situazione dei drogati dei primi anni Novanta e si impegna nella prevenzione e nel trattamento di tutti i tipi di dipendenza.

Il movimento Sober Curious (provare la sobrietà) è nato negli Stati Uniti e ora ha preso piede anche in Germania. L'obiettivo è quello di sostenersi a vicenda per vivere una vita sobria. Si mira a far crescere l'offerta di feste e locali senza alcol nonché di alternative interessanti per le bevande, ad esempio attraverso i cosiddetti «mocktail» (cocktail analcolici che non hanno il gusto di sciroppo per bambini).

In Svizzera, questo trend ha solo pochi seguaci. Ma le comunità di questo tipo stanno gradualmente emergendo su Internet. Su Facebook, ad esempio, il gruppo happy sobriety Schweiz è alla ricerca di membri, con un relativo scambio sulla piattaforma Ronorp

Un sostegno è fornito anche dai numerosi centri di consulenza sulle dipendenze. Integrierte Suchthilfe Winterthur organizza regolarmente corsi online per chi vuole bere meno.

Anche il sito web di Maria Brehmer di Soletta che fino a poco tempo fa alzava spesso il gomito è un ottimo punto di contatto.

di Andrea Söldi,

pubblicato in data 12.12.2022


Potrebbe interessarti anche:

Vincere una delle 15 carte regalo Migros del valore di fr. 150!

Vai all'iscrizione