Internet Explorer non è più supportato

Per utilizzare al meglio il sito web ti preghiamo di usare un browser web attuale.

Chiudi

Vuoi vivere più sano?

Vuoi vivere più sano?

Assumere correttamente i farmaci

È consentito spezzare le compresse con scanalatura? Cosa non si deve usare per mandare giù le compresse? E come si fa a deglutire compresse di grandi dimensioni? Dodici consigli per l'assunzione dei farmaci.

Mettere la compressa in bocca e deglutirla. In realtà, non è così difficile. Ma è consentito dividere le compresse se sono troppo grandi e si ha difficoltà a mandarle giù? Quali farmaci è meglio assumere al mattino e quali alla sera? Ecco i consigli più importanti per l'assunzione. 

Come posso mandare gìù più facilmente le compresse?

Assumere sempre i farmaci con un bicchiere d'acqua naturale. Un solo sorso è troppo poco. Altrimenti la compressa può rimanere bloccata nell'esofago.

È consentito spezzare le compresse?

Nel foglietto illustrativo è indicato se la compressa può essere divisa. In caso di dubbio, chiedere in farmacia, perché esistono anche compresse con semplici "scanalature decorative", che non servono per dividerle ma sono puramente ornamentali. Inoltre, la maggior parte delle compresse a rilascio prolungato non va spezzata. Se il loro rivestimento è danneggiato, si dissolvono troppo presto e possono avere un effetto eccessivo o insufficiente.

Assumere la compressa a stomaco pieno o vuoto?

Il cibo può influenzare fortemente l'assorbimento e la tolleranza dei farmaci. Il foglietto illustrativo indica se il farmaco deve essere assunto prima, durante o dopo i pasti. Le vitamine liposolubili A, E, K e D vengono assorbite meglio con gli alimenti grassi. Le capsule di olio di pesce si assorbono meglio dopo i pasti: in questo modo creano meno reflusso e non resta il sapore in bocca. Il farmacista sa qual è il modo migliore per assumere un determinato farmaco.

(Continuazione in basso...)

Contenuti collegati

Quale farmaco e in quale momento?

I farmaci ipocolesterolemizzanti hanno un'efficacia maggiore la sera, mentre le compresse di cortisone è meglio assumerle al mattino, perché ciò corrisponde al bioritmo. La vitamina C dal sapore aspro rende svegli, quindi non va ingerita prima di andare a letto. I farmaci che provocano stanchezza è meglio che vengano assunti la sera. Più importante dell'orario di assunzione, tuttavia, è che i farmaci prescritti vengano effettivamente presi. L'esperienza dimostra che è più probabile dimenticarsi di assumere un medicamento la sera piuttosto che la mattina.

In che modo mangiare e bere influiscono sui farmaci?

I farmaci da banco, gli integratori alimentari e persino alcuni alimenti possono influenzare negativamente l'effetto dei farmaci. Gli ormoni tiroidei, ad esempio, vengono assorbiti meno facilmente se si assumono contemporaneamente magnesio, zinco o ferro. Anche l'acqua ricca di calcio può fare la differenza. Il succo di pompelmo non è consigliabile perché influenza l'effetto di molti farmaci. Informa il medico e il farmacista di tutto ciò che stai assumendo.

Perché l'intervallo di tempo è importante con gli antibiotici?

"Da prendere tre volte al giorno" per i farmaci contro i batteri o i virus non significa assumerli al mattino, a mezzogiorno e alla sera, ma il più precisamente possibile ogni otto ore. Se l'intervallo di tempo si allunga, il livello attivo nel sangue si abbassa troppo e l'effetto diminuisce. Questo avvantaggia gli agenti patogeni.

Ecco come deglutire più facilmente le compresse di grandi dimensioni: 6 consigli

  1. Rilassati. La tensione rende tutto più difficile.
  2. Metti la compressa sul retro della lingua e poi bevi da una bottiglia in PET premendola leggermente. Piega la testa all'indietro. Per le capsule, durante la deglutizione tira il mento verso lo sterno.
  3. Assumi la compressa con yogurt o marmellata. Tuttavia, è bene verificare preventivamente in farmacia che non ci siano interazioni. I latticini interferiscono con l'assorbimento di alcuni farmaci.
  4. Esercitati con gli Smarties o le Tic Tac e trova la posizione della testa più adatta alla deglutizione. Ad esempio, guarda dritto davanti a te, a sinistra, a destra, in alto, in basso.
  5. Chiedi in farmacia se è possibile spezzare la compressa.
  6. Chiedi al medico o al farmacista di proporti un'alternativa. Alcuni principi attivi sono disponibili sotto forma di compresse effervescenti, gocce o compresse orosolubili. Si può anche passare allo sciroppo per bambini o prendere due compresse più piccole con metà dose ciascuna invece di una grande.

di Patrizia Strässler,

pubblicato in data 18.08.2023


Potrebbe interessarti anche:

Concorso: vincete subito i buoni SAC.

Partecipa ora
Paar wandert zu SAC Hütte