Internet Explorer non è più supportato

Per utilizzare al meglio il sito web ti preghiamo di usare un browser web attuale.

Le più comuni eruzioni cutanee sul viso

Che cos'è l'eczema seborroico e che cosa significa dermatite periorale? Quali sono i quattro sfoghi infiammatori più comuni sul viso e cosa fare per risolverli.

Eczema seborroico

Ecco dove compare l'eczema seborroico

Soprattutto dove la pelle è più grassa: all'interno delle sopracciglia verso il naso, negli angoli della bocca, dietro le orecchie, nell'attaccatura dei capelli, sul cuoio capelluto; negli uomini anche dove cresce la barba o sullo sterno. L'eczema non compare quasi mai sulle palpebre o sulla testa calva.

Ecco i sintomi dell'eczema seborroico

La pelle diventa grassa, ma anche secca, squamosa e leggermente arrossata nei punti interessati. Questa eruzione cutanea non provoca prurito o bruciore. Può essere confusa con la psoriasi.

La causa dell'eczema seborroico

È un fungo della pelle amante del sebo chiamato Malassezia la causa dell'eczema. Per questo motivo si verifica soprattutto nei punti in cui le ghiandole sebacee della pelle secernono più sebo.

Trattamento dell'eczema seborroico

Lo shampoo e la crema antimicotica sono utili. Tuttavia, spesso il fungo ritorna un po' di tempo dopo aver eseguito il trattamento. Se l'infiammazione è grave, si possono provare creme a base di cortisone o inibitori della calcineurina.

Come prevenire l'eczema seborroico 

Può essere utile seguire una cura di base personalizzata e non troppo grassa.

Dermatite periorale

Ecco dove compare la dermatite periorale

«Periorale» significa «intorno alla bocca». Tuttavia, l'eczema può manifestarsi anche in altri punti in cui la pelle è morbida e sensibile. Di solito, proprio accanto alla parte rossa delle labbra è presente un bordo privo di eruzioni cutanee.

Ecco i sintomi della dermatite periorale

Arrossamento, papule e pustole piccole e rosse simili all'acne.

La causa della dermatite periorale

In seguito a un uso troppo prolungato di cortisone o spesso a causa di un'eccessiva cura della pelle. La pelle si gonfia e la barriera naturale contro i microrganismi ne risente. I batteri penetrano nella pelle, provocando un'infiammazione.

Trattamento della dermatite periorale

È meglio evitare completamente i prodotti per la cura della pelle per alcune settimane, in modo che la pelle si riprenda. Una crema con il principio attivo metronidazolo aiuta a combattere l'infiammazione batterica. Nei casi più gravi, sono utili gli antibiotici cutanei per via orale.

Come prevenire la dermatite periorale 

Trattamento meno intenso della pelle. 

(Continuazione in basso...)

Contenuti collegati

Rosacea

Ecco dove compare la rosacea

Questa eruzione cutanea tende a manifestarsi più al centro del viso che ai bordi. Possono essere colpiti il naso, la fronte e le guance. Raramente, la rosacea compare sui bordi delle palpebre.

Ecco i sintomi della rosacea

La rosacea può variare in termini di gravità. Spesso progredisce per gradi: prima si ha un arrossamento della pelle, poi la pelle si infiamma sempre più e si formano alcune pustole. Parallelamente compaiono piccoli capillari. Nella forma massima, sul naso iniziano a proliferare bitorzoli rosso-bluastri. La malattia può fermarsi in qualsiasi stadio.

La causa della rosacea

Probabilmente, un motivo oltre che una certa tendenza per cui si verifica un'infiammazione cutanea è la presenza di acari nella pelle. Batteri o piccoli acari nella pelle sono normali, tutte le persone ce li hanno.

Trattamento della rosacea

Di solito, è utile usare una crema con i principi attivi ivermectina o metronidazolo. Può essere utile anche applicare una crema contro i comedoni («punti neri»).

Per la forma più grave di rosacea, è utile assumere l'antibiotico doxiciclina a bassissimo dosaggio per uno o tre mesi. Anche il principio attivo isotretinoina da applicare o assumere per via orale è un'opzione, ma solo se si esclude lo stato di gravidanza e non la si sta pianificando. I capillari possono essere sclerotizzati con il laser.

Come prevenire la rosacea 

Tutto ciò che attiva o irrita i vasi sanguigni della pelle può favorire la rosacea, come ad esempio il caffè, l'alcol, i cibi piccanti, il calore, i raggi UV o il vento freddo. In caso di condizioni climatiche estreme, è quindi necessario proteggere la pelle.

Eczema allergico

Ecco dove compare l'eczema allergico

L'eruzione cutanea a chiazze o su tutta la superficie compare nei punti in cui la sostanza allergenica è entrata in contatto con la pelle. Il contatto può essere diretto, ad esempio con una crema per la pelle, o indiretto attraverso l'aria, ad esempio tramite i solventi rilasciati durante i lavori di ristrutturazione. (Anche le sostanze tossiche possono causare una reazione diretta, ma non allergica).

Ecco i sintomi dell'eczema allergico

Nel caso dell'allergia da contatto, la pelle diventa arrossata e prude, ma solo dopo 48-72 ore dal contatto con la sostanza a cui si è allergici. Nel corso della malattia si formano vescicole che contengono un liquido non purulento. Poi, di solito compaiono croste giallastre. Se i batteri penetrano nella pelle, si può inoltre verificare un'infezione batterica con pus.

La causa dell'eczema allergico

Si può diventare allergici praticamente a tutto, anche a sostanze che si sono utilizzate già centinaia di volte. La predisposizione gioca un ruolo importante. Il rischio di sviluppare un'allergia aumenta quando si applicano le sostanze su aree infiammate della pelle.

Trattamento dell'eczema allergico

L'aspetto più importante è evitare la sostanza che provoca l'allergia. Il cortisone da applicare (o, nei casi più gravi, da assumere per via orale per un breve periodo) arresta l'infiammazione in pochi giorni. Esistono pomate al cortisone con un'azione più o meno forte.

Come prevenire l'eczema allergico 

Effettuando un test allergologico cutaneo è possibile scoprire a cosa si è allergici. Si consiglia di non gettare via i cosmetici o altre sostanze che si sospetta possano essere fattori scatenanti, ma di portarli al test cutaneo. Se si hanno dubbi sulla possibilità di tollerare una crema o altro, si può prima applicarne un po' sul gomito per qualche giorno. Se non succede nulla, non c'è alcuna allergia da contatto.

di Dipl. med. Oliver Das,

pubblicato in data 14.07.2022


Potrebbe interessarti anche:

Abbonati alla newsletter iMpuls e vincere una carta regalo Migros

Iscriviti subito e vinci