Internet Explorer non è più supportato

Per utilizzare al meglio il sito web ti preghiamo di usare un browser web attuale.

Ridurre lo stress con il tapping: come funziona

Picchiettare alcune parti del corpo con la punta delle dita per alleviare lo stress o l'ansia? Il tapping promette auto-aiuto, senza effetti collaterali.

Che cos'è il tapping?

«Il tapping è un metodo di auto-aiuto che contribuisce a ridurre lo stress», spiega l'esperto di tapping Reto Wyss. Il metodo è semplice e può essere appreso anche dai bambini: si picchiettano con i polpastrelli punti specifici sul bordo della mano, sulla testa e sulla parte superiore del corpo in un certo ordine e si pronunciano semplici frasi chiave. Il tapping, chiamato anche EFT (Emotional Freedom Techniques), è stato sviluppato negli anni '80 da Cary Craig negli Stati Uniti. Reto Wyss, psicologo e coach, è uno dei pionieri dell'EFT in Svizzera.

Per quali esigenze risulta utile il tapping?

Una delle aree di utilizzo più importanti è lo stress. Tuttavia, il tapping può essere utilizzato anche per la depressione, l'ansia e il dolore. «Ci sono molti studi scientifici che ne dimostrano l'efficacia», spiega l'esperto. «Nella vita di tutti i giorni, lo stress è il principale fattore scatenante dei blocchi e dei disagi ad essi associati». L'EFT può quindi essere utilizzato per qualsiasi malattia che abbia una causa scatenante emotiva. «Non mi sono mai capitati casi in cui non si siano verificati cambiamenti. Sorprendentemente, il tapping spesso aiuta laddove altri metodi falliscono», così Wyss riassume la sua esperienza.

Perché il tapping funziona?

«Il tapping si basa sul presupposto che abbiamo un nostro sistema energetico. Se quest'ultimo è bloccato da sentimenti negativi, può provocare disagio. Espressioni come 'non essere in flusso' dimostrano che percepiamo intuitivamente questi blocchi», afferma Wyss. «Quando picchiettiamo, armonizziamo il flusso energetico nel corpo. Se ci concentriamo sullo stress percepito fisicamente allo stesso tempo, questo porta a un sollievo duraturo dallo stress».

(Continuazione in basso...)

Contenuti collegati

Tapping da soli o con un coach?

Il tapping può essere utilizzato ovunque, senza ausili e da soli. I coach come Reto Wyss entrano in gioco quando risulta necessario, quando sono presenti esperienze traumatiche o quando gli utenti non riescono ad andare avanti da soli con l'autotrattamento. «L'EFT aiuta solo se lo si fa», afferma Wyss. «È il più potente motore di cambiamento che io conosca. Il tapping è come un coltellino svizzero, adatto a quasi tutti i nostri stress».

Come posso usare il tapping in autonomia?

Preparazione 

Tapping-Punkte
Tapping-Punkte
Punti per il tapping

1. Sulla testa
2. Sulle sopracciglia
3. Ai lati degli occhi
4. Sotto gli occhi
5. Sotto il naso
6. Sul mento
7. Sotto la clavicola (su entrambi i lati)
8. Sotto le braccia
9. Ai bordi esterni delle mani

  • Scegliete un «problema» attuale, ad esempio l'ansia prima degli esami.
  • Quanto è forte l'ansia da esame percepibile al momento su una scala da 0 a 10?
  • Dove o come si percepisce l'ansia da esame a livello fisico? Ad esempio, come una pressione sul petto.

Sequenza di picchiettamento

  • Toccare il punto sul bordo della mano e pronunciare tre volte la frase preparatoria. Per esempio: «Anche se sento questa "pressione sul petto" quando penso all'esame, mi accetto e mi amo pienamente».
  • Dopodiché, toccare punti del corpo uno dopo l'altro con la punta delle dita - e per ciascuno di essi pronunciare, per esempio: «Sento questa pressione sul petto quando penso all'esame, va bene così».

Valutazione

  • Dopo un una prima sequenza, rivalutare il carico di stress: esso dovrebbe essere diminuito rispetto all'inizio del tapping. In caso contrario, ripetere i passaggi finché il valore non scende idealmente a 0 oppure risulta fermo dopo diversi passaggi.

di Bettina Schnerr,

pubblicato in data 18.10.2022


Potrebbe interessarti anche:

Vitamin Bag: Acquista verdura da magaz-zino a un prezzo forfettario

Scopri adesso