Internet Explorer non è più supportato

Per utilizzare al meglio il sito web ti preghiamo di usare un browser web attuale.

CBD - Modalità o aiuto efficace?

Dalle gomme da masticare allo shampoo per capelli, esistono innumerevoli - a volte costosi - prodotti contenenti CBD. Ecco cos'è.

Cos'è il CBD?

Le piante di canapa contengono più di 400 ingredienti. Uno di questi è il «cannabidiolo», abbreviato in CBD. Si trova principalmente nella canapa commerciale. Il CBD non ha alcun effetto intossicante, a differenza del THC (tetraidrocannabinolo), presente soprattutto nella canapa medicinale.

Per cosa viene usato il CBD?

Meno dolore, ansia, sistema immunitario più forte, sonno migliore, muscoli rilassati, più appetito, meno infiammazioni ecc. ecc ... Ci sono anche prodotti a base di CBD per animali domestici; per esempio, si dice che calmi i gatti e doni loro un pelo più bello. Ma molte affermazioni che circolano su Internet non sono comprovate.

Il CBD crea dipendenza?

No. Il cannabidiolo non ha alcun effetto psicoattivo.

Esistono medicine contenenti CBD?

In Svizzera, esistono attualmente due prodotti medicinali a base di CBD, uno dei quali utilizzato come terapia aggiuntiva per i bambini con alcune forme di epilessia. L'altro contiene sia il CBD che il THC psicoattivo ed è usato come spray per la bocca per trattare la spasticità muscolare nella sclerosi multipla. Questo avviene quando gli altri trattamenti non risultano abbastanza efficaci. Altri campi di applicazione del CBD o di sostanze chimicamente similari sono attualmente oggetto di studi, per esempio contro la schizofrenia, alcuni tumori al cervello o contro i danni cerebrali dovuti alla carenza di ossigeno nei neonati.

Quali altri effetti del CBD sono stati comprovati?

Secondo l'Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS), il CBD ha effetti ansiolitici, antinfiammatori, protettivi dei nervi e antidolorifici, tra gli altri. Tuttavia, la ricerca su questo fronte è molto meno avanzata di quella sul trattamento dell'epilessia con il CBD. La maggior parte delle applicazioni potenziali si basa soltanto su dati suggestivi da esperimenti di laboratorio o su animali, oltre che su alcuni studi sugli esseri umani da cui non è stato possibile trarre risultati conclusivi. Sussistono anche indicazioni circa un effetto sull'osteoartrite del ginocchio, sulla dipendenza e sulla dipendenza dal tabacco.

(Continuazione in basso...)

Contenuti collegati

Come agisce il CBD sul dolore cronico?

Gli studi su questo non sono molto conclusivi. Il CBD non è ancora ufficialmente raccomandato per il trattamento del dolore. Fanno eccezione singoli casi particolari, quando altri trattamenti hanno fallito o i loro effetti collaterali sono intollerabili - e comunque solo nell'ambito di un piano terapeutico globale.

Come si consuma il CBD?

Per lo più sotto forma di capsule, tinture, oli o bevande o applicate localmente come crema. Ci sono anche spray per la bocca, gomme da masticare contenenti CBD e cibi a cui viene addizionato. Trova anche impiego in integratori alimentari, shampoo per capelli, cosmetici, liquidi per sigarette elettroniche e oli per profumi. Non c'è quasi nessuna prova che i molti prodotti non approvati come farmaci abbiano un'efficacia rilevante che sia più di un effetto placebo a giudizio di «Der Arzneimittelbrief».

I quale dosaggio si utilizza il CBD?

Gli studi hanno preso in esame dosi comprese tra 100 e 900 milligrammi al giorno. I prodotti da banco di solito contengono quantità minori. La «Schweizerische Gesellschaft für Cannabis in der Medizin» (Società svizzera per la canapa in medicina) fornisce istruzioni pratiche per l'uso sul suo sito web.

Quali sono gli effetti collaterali del CBD?

Secondo l'OMS, il CBD è generalmente ben tollerato in dosi moderate. Può favore un aumento della pressione oculare. Diarrea, eruzione cutanea, sonnolenza, mancanza di appetito e aumento dei pensieri suicidi si sono verificati come effetti collaterali. Il cannabidiolo viene scomposto nel fegato. Al di sopra di un certa soglia, può causare danni al fegato. Non deve essere usato se si è allergici alla cannabis. L'uso è sconsigliato anche alle donne in gravidanza o in allattamento.

Possono verificarsi interazioni con medicamenti?

Sì. Chiunque stia assumendo farmaci oltre al CBD dovrebbe quindi chiedere prima il parere di un esperto, poiché in talune circostanze possono verificarsi interazioni pericolose. Questo rischio esiste, per esempio, se si stanno assumendo anticoagulanti, antidepressivi o antiepilettici.

A cosa si deve prestare attenzione quando si acquista una mascherina?

Attualmente, molti alimenti contenenti CBD circolano sul mercato illegalmente. Chiunque voglia aggiungere CBD al cibo necessita di un permesso, che molte aziende non hanno (ancora). Inoltre, gli ingredienti e il contenuto di CBD sui prodotti sono talvolta indicati in modo impreciso o errato. E alcuni prodotti contengono quantità irregolari di THC inebriante. Per evitare ripercussioni sul cervello e sul sistema cardiovascolare, la quantità massima giornaliera di THC non dovrebbe superare un microgrammo di THC per chilo di peso corporeo.

di Dott. med. Martina Frei,

pubblicato in data 03.02.2022


Potrebbe interessarti anche:

È tempo d'autunno: ricette, consigli e idee

Scopri adesso
herbst-sticky