Internet Explorer non è più supportato

Per utilizzare al meglio il sito web ti preghiamo di usare un browser web attuale.

12 splendide escursioni tra rifugi in Ticino

Il Ticino è una regione escursionistica meravigliosa - con salite, panorami e rifugi stupendi. Una particolarità del Ticino: le prelibatezze sono parte integrante dell'escursione.

Capanna Monte Bar - Nido d'aquila sulla montagna senza alberi

Dove sono finiti gli alberi? Il Monte Bar, in ogni caso, non ne ha praticamente nessuno. Il suo vicino, il Caval Drossa, è altrettanto brullo. Nel XIX secolo, i boschi della Val Colla, nell'entroterra di Lugano, sono stati abbattuti in modo incontrollato. Con la vendita di legna e l'acquisizione di superfici destinate ai pascoli, gli abitanti della valle volevano contrastare la fame. I tempi di scarsità sono finiti, ma le foreste non sono ritornate. Sul Monte Bar si respira un'atmosfera lunare, mentre tutt'intorno si apre un panorama di prim'ordine: il Lago di Lugano, la pianura padana e all'orizzonte le cime del Vallese. Inoltre, ci sono molti paesaggi montani solitari e, sul Passo di San Lucio, una cappella monumentale dove gli alpigiani provenienti dalla Svizzera e dall'Italia venerano da secoli il santo patrono dei pastori. Non meno monumentale è il nuovo Capanna Monte Bar, che veglia sul mare di luci di Lugano come un nido d'aquila.

  • Percorso: P Cozzo, paese (partenza) - Sasso di San Lucio - Alpe Pietrarossa - Piandanazzo - Capanna Monte Bar - Monte Bar - Caval Drossa - Gola di Lago - Alpe di Zalto - Muricce - Isone.
  • Giorno 1: 13,9 km; 965 m di dislivello in salita, 390 m di dislivello in discesa; 4,5h; T2
  • Giorno 2: 13 km; 510 m di dislivello in salita, 1380 m di dislivello in discesa; 4,5h; T2
  • Capanna Monte Bar (1608 m): aperto fino all'inizio di novembre; Tel: 091 966 33 22, www.capannamontebar.ch
  • Escursione giornaliera: da Corticiasca al rifugio in poco meno di due ore. Con o senza una tappa al Monte Bar sulla stessa strada del ritorno.
  • Download GPX

Capanna Brogoldone - tra il Cervino e il mare di luci

Il Cervino in Ticino - sì, esiste. Si chiama Pizzo di Claro, si trova tra Bellinzona e Biasca e si erge orgoglioso a 2700 metri di altitudine. La sua forma trapezoidale gli è valsa il soprannome tedesco di «Matterhorn» di Bellinzona e la sua fama è da ricondurre alla corsa in montagna «Claro Pizzo». Ogni anno, circa 160 corridori si sfidano sulla montagna: i più veloci hanno bisogno di un'ora e mezza per percorrere i 9,2 chilometri di tragitto e i 2500 metri di salita. Un normale tour in montagna richiede un po' più di tempo e include una notte nelle ex baite della Capanna Brogoldone, molto accoglienti. A 1600 metri sopra Bellinzona, la vista sul mare di luci è indimenticabile. Indipendentemente dal fatto che si percorra il Pizzo di Claro il secondo giorno sulla strada per la Val Calanca nei Grigioni, i molti metri di dislivello si faranno comunque sentire nelle gambe a distanza di giorni.

  • Percorso: Claro, paese (partenza)-Monastero di Santa Maria - Alpe di Domass - Alpe di Forcarid - Capanna Brogoldone - Passo di Mem - Alp di Rossiglion - Landarenca.
  • Giorno 1: 8,7 km; 1700 metri di dislivello in salita; 5h; T2
  • Giorno 2: 10 km; 560 m di dislivello in salita, 1200 m di dislivello in discesa; 4,5h; T2
  • Capanna Brogoldone (1903 m): aperta fino a metà ottobre; Tel: 091 829 43 50www.brogoldone.ch
  • Escursione giornaliera: con la funivia da Lumino a Monti Savoru, in poco meno di due ore si raggiunge il rifugio. Ritorno alla funivia con un piacevole percorso attraverso l'Alpe di Forcarid e l'Alpe di Domass.
  • Download GPX

Capanna Alzasca - una bella mangiata e un'atmosfera da sogno in riva all'incantevole lago di montagna

La bellezza va guadagnata in Ticino con molti metri di altitudine e gocce di sudore. Il Lago d'Alzasca è considerato uno dei più bei laghi di montagna del Ticino, con acque blu turchese, paludi di un verde spettacolare, larici nodosi e una corona di montagne maestose tutt'intorno. La Capanna Alzasca, notevolmente accogliente, è invece nota per l'ottimo cibo, preparato con amore dai volontari che fanno uscire dalla piccola cucina diverse prelibatezze. E sì, la fame è qualcosa che tutti coloro che salgono da Someo in Valle Maggia a Capanna Alzasca si portano dietro. Ben 1400 metri in salita, metà dei quali attraverso scalinate e ponti di pietra dal design ardito. Testimoniano l'antica importanza dei pascoli montani su cui le persone conducevano il bestiame. La maggior parte delle alpi è scomparsa, è rimasta quella di Soladino, dove si viene accolti da un gregge di capre, galline, maiali e asini.

  • Percorso: Someo, paese (partenza)-Someo - Al Piegn dala Rotonda - Corte di Fondo - Capanna Alzasca - Lago d'Alzasca - Bocchetta di Doia - Alpe del Rodan - Monte - Gresso.
  • Giorno 1: 9 km; 1475 m di dislivello in salita, 100 m di dislivello in discesa; 4,75h; T2
  • Giorno 2: 8 km; 500 m di dislivello in salita, 1250 m di dislivello in discesa; 4h; T3
  • Capanna Alzasca (1734 m): aperta fino al 21 ottobre; Tel: 091 953 25 15, www.capannaalzasca.ch
  • Per escursionisti esperti: dal Lago d'Alzasca passando per la Bocchetta di Cansgei e il Lago di Sascola fino a Cevio. Ripido, selvaggio e con molti massi. Puro Ticino. (5,5 ore)
  • Download GPX

Capanna Cristallina - stambecchi e laghi artificiali nell'ex area militare

Fortunatamente, il CAS Ticino non si è arreso. Le valanghe hanno colpito due volte la vecchia Capanna Cristallina. Nel 1986, il rifugio è stato gravemente danneggiato e ricostruito; tredici anni dopo, un'altra valanga ha raso al suolo la struttura. Il nuovo rifugio, un'imponente struttura in legno con 120 posti letto, si trova quindi direttamente sul Passo Cristallina, a 2572 metri di altitudine, a prova di valanga e con la migliore vista sui numerosi laghi artificiali tra la Val Bedretto e la Val Bavona, sui ghiacciai di Bassodino, su una delle più grandi colonie di stambecchi del Ticino e sull'aspro paesaggio di roccia cristallina. Tra l'altro, questo ha un passato militare: per paura che i fascisti potessero invadere la zona del Gottardo, furono costruite numerose strutture di protezione e di accoglienza. Una di queste è l'attuale Rifugio Camosci, appena sotto la cima del Cristallina.

  • Percorso: Bedretto, paese (partenza)-Bosco dei Valloni -Stabiello Grande - Val Torta - Capanna Cristallina - Lago Sfundau - Lago Nero - Capanna Basodino - S. Carlo (oppure da Robiei /Cap. Basodino in funivia fino a S. Carlo).
  • Giorno 1: 9 km; 1250 m di dislivello in salita, 80 m di dislivello in discesa; 4,5h; T2
  • Giorno 2: 13,8 km; 330 m di dislivello in salita, 1990 (1030) m di dislivello in discesa; 5 ore (3,25 ore); T3
  • Capanna Cristallina (2577 m): aperta fino a metà ottobre; Tel: 091 869 23 30, capannacristallina.casticino.ch
  • Per gli escursionisti più esperti: trascorrere una notte in più al rifugio e fare il giro del Pizzo Cristallina il secondo giorno in 5,5 ore.
  • Download GPX

Capanna Leit - sul passo bianco come la neve con la storia della diga

Dell'ex funivia non è rimasto molto. Alcune fondamenta testimoniano ancora gli enormi supporti che dovevano sostenere i pesanti carichi. Stiamo parlando della funivia del Passo Campolungo, il valico tra la Leventina e l'alta Valle Maggia. Fu realizzata per costruire la diga del Lago di Sambuco sopra Fusio. Anche due tram zurighesi dismessi sono stati trasportati in funivia attraverso il Passo Campolungo fino al grande cantiere. Sono stati utilizzati per stendere il calcestruzzo sul muro della diga. Il Passo Campolungo ha tuttavia conservato la sua seconda peculiarità: la candida roccia di zucchero, una dolomia decisamente friabile, che viene visitata e studiata anno dopo anno da mineralogisti di tutto il mondo. Camminare su questo terreno è un'esperienza unica, anche senza una formazione scientifica.

  • Percorso: Fusio, paese (partenza)-Colla - Passo Campolungo - Capanna Leit - Lago di Morghirolo - Morghirolo - Piumogna - Dalpe.
  • Giorno 1: 8 km; 1190 m di dislivello in salita, 220 m di dislivello in discesa; 4,25h; T2
  • Giorno 2: 13 km; 560 m di dislivello in salita, 1600 m di dislivello in discesa; 4,75h; T3
  • Capanna Leit (2257 m): aperta fino all'inizio di ottobre; Tel: 091 868 19 20, www.capanna-leit.ch
  • Escursione giornaliera: con la funivia da Rodi al Lago Tremorgio, poi in un percorso ad anello attraverso l'Alpe Campolungo e il Passo Vanit fino al rifugio e ritorno alla funivia. (3h)
  • Download GPX

Capanna Salei - dove coloro che vogliono cambiare stile di vita vivono nella natura selvaggia

«Dove conduce tutto ciò?», ci si chiede durante il viaggio da Locarno a Spruga. Curva dopo curva, la strada è stretta e il precipizio profondo. La foresta e le montagne appaiono ultra potenti, mentre l'uomo scompare nel mezzo. Nella Valle Onsernone regnano la natura selvaggia e l'isolamento. Questo ha attirato diverse persone che desideravano cambiare stile di vita, alla ricerca di un'esistenza autodeterminata in armonia con la natura. Molti sono ripartiti, pochi sono rimasti. Grazie a loro, a Spruga c'è ancora un negozio rustico di alimenti biologici, e sulla strada per la Capanna Salei si incontrano molti altri progetti che testimoniano una vita alternativa. A questo si aggiunge un paesaggio unico, caratterizzato da alpi abbandonate, boschi nodosi, paludi colorate e un piccolo lago di montagna tranquillo. Se si riesce a raggiungere la cima del Pilone, è possibile vedere all'orizzonte il Lago Maggiore, con il suo mare di case, un saluto dalla civiltà.

  • Percorso: Spruga (partenza)-Al Piansecc - Al Pesced - Al Laghett di Salei - Capanna Salei - Buco d'Arena - Passo della Cavegna - Cimalmotto.
  • Giorno 1: 5,6 km; 880 m di dislivello in salita, 230 m di dislivello in discesa; 3h; T2, con un'ora in più di cammino si può ancora visitare la cima del Pilone (T3)
  • Giorno 2: 16,5 km; 870 m di dislivello in salita, 1270 m di dislivello in discesa; 5,75h; T2
  • Capanna Salei (1780 m): aperta fino a metà ottobre; Tel: 091 797 20 32, www.alpesalei.ch
  • Escursione giornaliera: da Spruga via Laghett di Salei fino al rifugio, ritorno a Spruga via Funtana dela Vertüra. Bellissimo giro di 4,5 ore.
  • Download GPX

Capanna Cadagno - Laghi come perle e roccia ventrale bianca come la neve

Piora. Il nome ha fatto rabbrividire i costruttori della galleria di base del San Gottardo. La cosiddetta sinclinale di Piora è costituita da una roccia dolomitica bianca come la neve e friabile. Il tunnel ferroviario più lungo del mondo ne è stato quasi vittima. Eppure la Val Piora è così bella e unica. Non solo per la roccia dolomitica che si incontra per esempio al Lago di Tom. Sulle profonde acque azzurre, ha creato una piccola spiaggia che rivaleggia con quasi tutte quelle dei Caraibi. Anche i numerosi laghi della Val Piora sono unici. Sono poco meno di dieci. La maggior parte di essi sono laghi naturali, ma il grande Lago Ritom produce molta elettricità - per la ferrovia del Gottardo, in modo che i treni possano sfrecciare nella galleria di base lunga 57 chilometri, direttamente sotto la sinclinale della Piora. Dalla solitaria cima del Föisc si domina la valle come da un balcone.

  • Percorso: Piora (partenza)-Föisc - Lago Ritom - Rifugio Ritom - Larici di Campo - Cadagno di Fuori - Capanna Cadagno - Passo Columbe - Acquacalda.
  • Giorno 1: 9,7 km; 630 m di dislivello in salita, 490 m di dislivello in discesa; 4h; T2
  • Giorno 2: 11 km; 470 m di dislivello in salita, 700 m in discesa; 4h; T2
  • Capanna Cadagno (1987m): aperta fino a metà ottobre; Tel: 091 868 13 23, www.capannacadagno.ch
  • Tour di un giorno: da Piora al Lago di Tom e passando per il Lago di Cadagno fino al rifugio. Poi via Larici di Campo, sull'altra sponda del Lago Ritom, si torna a Piora (4 ore).
  • Download GPX

Rifugio Scaradra - accogliente rifugio in un selvaggio anfiteatro di montagna

Il Rifugio Scaradra è una di quelle capanne selvaggiamente romantiche che si trovano solo in Ticino. Piccola, accogliente, arredata con passione e senza gestore. Si cucina autonomamente sul forno a legna e ci si porta il cibo. E il Rifugio Scaradra si trova in una posizione unica. La selvaggia Val Scaradra le ha dato il nome. Una valle lunga e ripida, circondata su tre lati da imponenti montagne, tra le quali il tempo può infuriare pesantemente, come raccontano le annotazioni nel libro del rifugio. Ancora più impressionante del paesaggio è la sua storia. Per secoli, i contadini dell'alta Valle di Blenio si spostavano con i loro animali attraverso la Val Scaradra e il Passo Soreda per trascorrere l'estate sulla fertile Lampertschalp grigionese sopra Vals. Il Passo Soreda è alto 2759 metri, estremamente ripido e costellato di passaggi impegnativi. Attraversandolo il secondo giorno, si prova un senso di profondo rispetto per l'opera dei contadini.

  • Percorso: Ghirone, Aquilesco (partenza)-Lago di Luzzone - Larecc - Rifugio Scaradra - Passo Soreda - Lampertschalp - Vals, Zervreila.
  • Giorno 1: 8,5 km; 1000 m di dislivello in salita, 50 m di dislivello in discesa; 3,75h; T3
  • Giorno 2: 13,8 km; 820 m di dislivello in salita, 1150 m di dislivello in discesa; 5,5h; T3
  • Rifugio Scaradra (2173 m): aperto fino alla fine di ottobre; Rifugio non custodito. Tel: 079 378 69 10, www.rifugioscaradra.ch
  • Per escursionisti esperti: Da Passo Soreda al Pizzo Cassinello (3103 m). Escursione alpina su lastre di pietra, fantastica vista sull'Adula ghiacciata (Rheinwaldhorn) dalla cima. Ulteriori 1,5 ore.
  • Download GPX

Capanna Bovarina - nella valle dei massi neri come la pece

Sembrano un po' bizzarri, i tanti massi neri intorno al Passo di Gana Negra. Sono disposti come in uno sfondo e con il loro colore scuro conferiscono al paesaggio un particolare contrasto. Il nero deriva dalla grafite contenuta nei massi. Sono arrivati secoli fa con una frana dal Pizzo del Corvo, a tremila metri di altitudine, metri, che veglia sull'Alpe di Bovarina. L'alpe solitaria e lunga invita a staccare la spina e a godersela, dopo tutto la ripida salita dal Centro Pro-Natura sulla strada del Passo del Lucomagno al Passo di Gana Negra richiede una certa forza. Per farlo, si parte dalla Selvasecca, un bosco di larici e pini unico nel suo genere, e ci si lascia incantare dal vivace scorrere del Brenno del Lucomagno. Lo stesso si può fare il secondo giorno, nei boschi incantati e ripidi tra Cantonill e Campo. Bellissima, la più lontana Valle di Blenio è rimasta una gemma selvaggia.

  • Partenza: Acquacalda
  • Percorso: Samprou - Passo di Gana Negra - Capanna Bovarina - Alpe di Bovarina - Cantonill - Campo (Blenio).
  • Giorno 1: 9,3 km; 715 m di dislivello in salita, 600 m di dislivello in discesa; 3,75h; T2
  • Giorno 2: 9,5 km; 365 m di dislivello in salita, 1000 m di dislivello in discesa; 3,5h; T2
  • Capanna Bovarina (1870 m): aperta fino all'inizio di ottobre; Tel: 091 872 15 29, www.capannabovarina.ch
  • Per escursionisti esperti: il secondo giorno via Lago Retico e Sasso Lanzone fino a Pian Geiret. Emozionante escursione alpina con un fantastico lago di montagna e scalata sui massi ad alto dispendio energetico (6 ore).
  • Download GPX

Contenuti collegati

Per saperne di più
Consigli per le escursioni

Le 11 escursioni in quota più belle

Camminare, arrivare, passare la notte e poi riprendere il cammino. Altrettanto emozionante dell'escursione è passare la notte nei rifugi. 11 consigli per sportivi, appassionati e famiglie.

Per saperne di più
Consigli e suggerimenti

Consigli e suggerimenti sull'escursione in rifugio

Un'escursione in rifugio è un'esperienza indimenticabile. Bastano un paio di accorgimenti per potersi rilassare durante il percorso e godersi l'avventura.

Vai al Dossier

Capanna Alpe Spluga - da insediamento alpino a paradiso per gli escursionisti

I patriziati sono una peculiarità ticinese. Possiedono molte foreste e alpi nel cantone meridionale. Questi sono sviluppati e gestiti dai patriziati a beneficio della popolazione e della natura, al fine di preservare la storia e mantenerla per il futuro. Sull'Alpe Spluga, nella bassa Valle Maggia, gli escursionisti possono usufruire dei servizi di un patriziato, quello di Giumaglio. Più di 100 persone hanno impiegato 3500 ore di lavoro volontario per trasformare tre dei vecchi edifici alpini in accoglienti rifugi non custoditi, con doccia, servizi igienici, dispensa, cucina, terrazza e dormitorio. Il percorso da Giumaglio all'Alpe Spluga è lungo e ripido. Esso consente di sperimentare le dure condizioni in cui i contadini hanno praticato l'agricoltura in Ticino per secoli e di utilizzare ogni malga, indipendentemente dalla sua altitudine. Sull'Alpe Spluga sono stati ricompensati con una vista unica sulla Valle Maggia e sul Lago Maggiore, proprio come gli escursionisti di oggi.

  • Percorso: Giumaglio (partenza)-Capella di Cima - Arnau - Costa - Capanna Alpe Spluga - Bocchetta Canova - Capanna Osola - Brione.
  • Giorno 1: 7,5 km; 1600 m di dislivello in salita, 100 m di dislivello in discesa; 4,75h; T2
  • Giorno 2: 14,2 km; 500 m di dislivello in salita, 1600 m di dislivello in discesa; 5,5h; T3
  • Capanna Alpe Spluga (1839 m): aperta fino alla fine di ottobre; Rifugio non custodito con bevande e un po' di cibo. www.alpespluga.ch
  • Escursione giornaliera: da Giumaglio via Capella di Cima ad Arnau (bellissimo punto panoramico). Ritorno meno ripido via Berzona a Giumaglio. (3,5h).
  • Download GPX

Capanna Campo Tencia - prima capanna nelle montagne ticinesi

Il Ticino ha 50 montagne che superano i 3000 metri di altitudine. Condivide la maggior parte di essi con i suoi vicini, il Campo Tencia si trova però esclusivamente su suolo ticinese. Con i suoi 3072 metri, ha l'onore di essere il più alto e completo ticinese. Ai suoi piedi è necessario che vi sia un rifugio da cui iniziare la salita. Nel 1867 questo traguardo fu raggiunto per la prima volta e nel 1912 la Capanna Campo Tencia aprì le sue porte come primo rifugio delle Alpi ticinesi. Oggi non ospita più solo scalatori. La sua posizione in fondo alla romantica Val Piumogno, con il suo vivace torrente di montagna e le antiche foreste, la vicinanza al Lago di Morghirolo, l'ottima cucina con specialità regionali e la vista sulle montagne del Ticino attirano sempre più escursionisti. Tra l'altro, la vista arriva fino ai ghiacciai dell'Adula, a 3402 metri di altitudine, l'altra montagna più alta del Ticino, le cui cime sono condivise con il Cantone dei Grigioni. E dicono anche con il monte Pizzo del Cadabi.

  • Percorso: Dalpe, Villagio (partenza)-Val Piumogna - Crozlina - Capanna Campo Tencia - Lago di Morghirolo - Capannna Leit - Passo Vanit - Dalpe.
  • Giorno 1: 7 km; 980 m di dislivello in salita, 30 m di dislivello in discesa; 3,5h; T2
  • Giorno 2: 13,7 km; 580 m di dislivello in salita, 1530 m di dislivello in discesa; 5h; T3
  • Capanna Campo Tencia (2139 m): aperta fino a metà ottobre; Tel: 091 867 15 44; campotencia.casticino.ch
  • Escursione giornaliera: con la funivia da Rodi al Lago Tremorgio, poi via Passo Vanit e Lago di Morghirolo fino al rifugio. Discesa attraverso la Val Piumogno fino a Dalpe (6h).
  • Download GPX

Capanna Quarnei - un gioiello in un paesaggio intatto e ricco di storia

Molti svizzeri di lingua tedesca non conoscono la Valle di Blenio, che collega il Passo del Lucomagno con la Leventina, la principale valle del Ticino. Questo vale in misura ancora maggiore per la Valle Malvaglia, una valle laterale della Valle di Blenio. Eppure questa lunga valle è di una bellezza unica e ancora in gran parte intatta. Si estende da Malvaglia fino ai piedi del Pizzo del Cadabi e supera i 1800 metri di altitudine. I suoi cinque villaggi testimoniano un ricco passato. Gli edifici più antichi risalgono al XIV secolo e la Valle Malvaglia è stata abitata tutto l'anno fino alla metà del XX secolo. Qui vivevano circa 180 persone, che mantenevano chiese, una scuola e una variegata economia alpestre. La bellezza e l'unicità della Val Malvaglia possono essere vissute con un'escursione alla Capanna Quarnei, che con la sua architettura emozionante riprende il linguaggio delle montagne e con i suoi materiali di costruzione in pietra e legno si ricollega ai metodi di costruzione tradizionali della valle.

  • Percorso: Dagro (partenza)-Gordon - Monda - Pian Cimitero - Alpe della Bolla - Capannna Quarnei - Alpe di Quarnei - Alpe di Sceru - Alpe di Prou - Dagro.
  • Giorno 1: 10 km; 1060 m di dislivello in salita, 370 m di dislivello in discesa; 4,5h; T2
  • Giorno 2: 13,6 km; 610 m di dislivello in salita, 1300 m di dislivello in discesa; 5h; T2
  • Capanna Quarnei (2108 m): aperto fino a metà ottobre; 5h; Tel: 091 870 26 40; www.quarnei.ch
  • Per escursionisti esperti: il secondo giorno dalla Capanna Quarnei attraverso il Passo di Laghetto e i rifugi dell'Adula fino a Dangio (6 ore e 1900 m di discesa ripida).
  • Download GPX

di Daniel Fleuti,

pubblicato in data 07.09.2022


Potrebbe interessarti anche:

Abbonati alla newsletter iMpuls e vincere una carta regalo Migros

Iscriviti subito e vinci