Internet Explorer non è più supportato

Per utilizzare al meglio il sito web ti preghiamo di usare un browser web attuale.

Come adoperare correttamente i cerotti

Ti sei sbucciato il ginocchio durante un'escursione o procurato un taglio al dito mentre tagliavi le verdure? Qui potrai scoprire i casi in cui si consiglia di coprire la ferita con un cerotto.

Quand'è che una ferita necessita di un cerotto?

Quando la ferita è aperta e sanguina abbondantemente, è consigliabile coprirla con un cerotto. Anche se c'è il rischio che lo sporco penetri nella ferita, ad esempio al lavoro, è bene proteggerla con un cerotto, perché le impurità e i batteri possono infiammarla.

Secondo alcuni, le ferite guariscono meglio al contatto con l'aria. È vero?

Solo se si tratta di abrasioni o graffi molto piccoli sullo strato superiore della pelle. Per le ferite di maggiori dimensioni, può avere l'effetto opposto e ritardare la guarigione. Perché? In una ferita sanguinante il sangue si coagula dopo pochi minuti e si forma la secrezione della ferita. Si tratta di un buon segnale, perché permette all'organismo di rifornire la ferita di sostanze nutritive, messaggeri e anticorpi e di rimuovere batteri e parti di cellule morte. Quindi una ferita che trasuda non è un aspetto negativo, ma è un segno che sta guarendo. Se non si utilizza un cerotto e si lascia che l'aria raggiunga la ferita, la superficie si asciuga, anche se nella parte inferiore è presente una secrezione della ferita. In questo modo si arresta il processo di guarigione.

(Continuazione in basso...)

Con quale frequenza deve essere cambiato il cerotto?

Per una ferita acuta trattata con un cerotto, ogni giorno. Anche se il cerotto si è impregnato di sangue, deve essere sostituito. Le ferite croniche vengono trattate con cerotti speciali che non devono essere cambiati quotidianamente. Tuttavia, per il trattamento di queste ferite è necessario consultare un medico.

Cosa fare affinché la ferita sotto il cerotto guarisca rapidamente?

Se si tratta di una ferita estesa, è meglio trattarla immediatamente con un cerotto speciale. Se la ferita è dolorosa, è possibile rimuovere il cerotto e applicarvi sopra una garza umida, precedentemente imbevuta di una soluzione salina. Tenere l'impacco per circa 15 minuti e poi coprire nuovamente la ferita con un cerotto. «Questo favorisce il processo di guarigione e mantiene la ferita umida. È un passaggio particolarmente importante quando fuori fa caldo», spiega la farmacista Edyta Wlodarczyk.

Quand'è il momento di rinunciare al cerotto?

Solo quando la ferita non rilascia più umidità.

(Continuazione in basso...)

Contenuti collegati

vai al Dossier

I cerotti impermeabili sono utili?

Questi cerotti sono consigliati soprattutto per la doccia o quando si entra spesso in contatto con l'acqua.  Tuttavia, se si tratta di una ferita acuta e fuori fa caldo, questi cerotti non si dovrebbero utilizzare.

Per quanto tempo si possono tenere questi cerotti?

Solo finché si fa la doccia o si è in acqua. Tenerli troppo a lungo aumenta il rischio di infezione. Per i cerotti impermeabili raccomandati dal medico dopo un'operazione, la regola è: tenerli solo per il tempo prescritto dal medico.

di Susanne Schmid Lopardo,

pubblicato in data 15.07.2022


Potrebbe interessarti anche:

Abbonati alla newsletter iMpuls e vincere una carta regalo Migros

Iscriviti subito e vinci