Internet Explorer non è più supportato

Per utilizzare al meglio il sito web ti preghiamo di usare un browser web attuale.

Chiudi

Vuoi vivere più sano?

Vuoi vivere più sano?

Ecco cosa puoi fare per la tua salute

Prevenire può ridurre i costi sanitari. Milo Puhan, specialista in medicina preventiva, spiega come ognuno di noi può contribuire e beneficiarne al massimo.

In Svizzera abbiamo molti ospedali e non badiamo a spese per curare le persone, ma facciamo anche abbastanza per evitare innanzitutto che si ammalino?

Milo Puhan: No, in termini di prevenzione dovremmo fare ancora di più. Le sigarette, per esempio, sono una vera e propria piaga: in Svizzera, circa un quarto della popolazione fuma, un numero che fatica a scendere. Da noi si fuma di più che nei paesi limitrofi Germania, Austria e Italia. Ogni anno in Svizzera muoiono circa 9500 persone a causa del consumo di tabacco. La gravità dei danni fisici causati dal fumo e gli enormi costi sono incredibili.

Quindi dovremmo fare molto di più per la combattere la dipendenza dalle sigarette. E dove ancora siamo indietro in fatto di prevenzione?

Nel settore della salute mentale: lì la prevenzione e la promozione della salute vanno ulteriormente sviluppate. Le scuole dovrebbero soffermarsi di più su questo tema e fornire indirizzi di riferimento ai giovani in difficoltà psicologica. I centri di aiuto non mancano, ma spesso chi vive una situazione di disagio psicologico non lo sa.

I check-up sono importanti per prevenire le malattie. Vengono eseguiti con la dovuta frequenza in Svizzera?

Non abbastanza. Mi riferisco, ad esempio, agli esami utili per individuare i fattori di rischio per le malattie cardiovascolari, che a tutt'oggi sono ancora la principale causa di mortalità. Ecco perché è molto importante misurare regolarmente la pressione arteriosa, la glicemia e i livelli di colesterolo. Purtroppo rimane ancora un'abitudine poco diffusa nella popolazione e purtroppo questo tipo di check-up non è coperto dall'assicurazione di base obbligatoria. Urge un cambiamento!

(Continuazione in basso...)

È vero che gli uomini, rispetto alle donne, sono in genere meno propensi a sottoporsi ad esami a scopo preventivo?

Sì, purtroppo è così. Alcuni uomini rimandano i problemi di salute all'età avanzata. Sarebbe senz'altro utile organizzare più campagne per promuovere la salute degli uomini soprattutto in luoghi di per sé non associati a malattie e fragilità, per esempio nelle squadre di calcio.

In che misura l'esercizio fisico contribuisce a mantenersi in salute?

Il movimento e lo sport sono estremamente importanti. Giovani e anziani dovrebbero allenare regolarmente la resistenza, la coordinazione e la forza. Tra l'altro, oggi sappiamo che lo sport non solo mantiene in salute, ma aiuta anche le persone affette da una malattia grave. Un tempo si credeva, per esempio, che le persone colpite dal cancro o da malattie polmonari non dovessero assolutamente fare sforzi fisici. Oggi sappiamo invece che l'allenamento in questi casi aiuta, sia fisicamente sia mentalmente.

(Continuazione in basso...)

Le persone possono contare sul sostegno delle casse malati per mantenersi in forma?

Ecco quanto spendiamo per la prevenzione

Nel 2021, la Svizzera ha sostenuto spese stimate a circa 1,4 miliardi di franchi per la promozione della salute e la prevenzione delle malattie. Sembra molto, ma in realtà sono solo l'1,6% dei costi totali del nostro sistema sanitario. 

Sì, le casse malati non stanno indietro: oggi sovente si assumono una parte del costo dell'abbonamento ai centri fitness. D'altronde è nel loro interesse che le persone rimangano in forma e in salute. Il bello in Svizzera è che ci sono molte offerte di fitness che non costano niente come i tradizionali percorsi vita, i gruppi di corsa o i programmi di allenamento a casa tipo myhomex.ch che spiega come mantenersi in forma con mezzi semplici standosene comodamente a casa.

La fisioterapia può fare molto per evitare che un problema fisico peggiori. È riconosciuta nella giusta misura?

Dipende dalla durata complessiva. Di solito la cassa malati si fa carico di un ciclo iniziale di nove sedute sulla base di una prescrizione medica. Se occorrono più cicli non è detto che si assuma i costi di tutti. In certi casi i trattamenti di fisioterapia consentono di posticipare o addirittura evitare interventi chirurgici. Bisogna anche dire che soprattutto quando si tratta della schiena o dell'apparato locomotore, spesso si ricorre troppo presto all'intervento chirurgico e il periodo per gli esercizi di riabilitazione non è sufficiente.

Come prevenire le malattie croniche

Segui questo piano in 12 punti e la tua salute ti ringrazierà:

  1. Pratica sport tre volte alla settimana: Tre sessioni da 30 minuti di sport di resistenza sono un toccasana per l'organismo. 
  2. Fai movimento anche nella vita quotidiana: Cammina anche solo per brevi tratti invece di prendere sempre la macchina.
  3. Non passare ore in ufficio senza staccarti dalla sedia: Alzati ogni tanto e muoviti un po' mentre sei al telefono.
  4. Evita il sale: Prediligi un'alimentazione povera di sodio, perché il sale fa aumentare la pressione arteriosa.
  5. Mangia frutta e verdura: Bisognerebbe consumare almeno tre porzioni di verdura (360 grammi) e due di frutta (240 grammi) al giorno.
  6. Rinuncia allo zucchero: Elimina, per quanto possibile, lo zucchero.
  7. Bevi molta acqua: L'ideale è bere da 1,5 a 2 litri al giorno.
  8. Mangia alimenti con acidi grassi insaturi: Per esempio noci, olive e salmone.
  9. Mangia cibi che siano una buona fonte di carboidrati: Per esempio legumi e pane integrale.
  10. Evita lo stress: L'ansia, l'agitazione e la tensione continua possono determinare un aumento della pressione arteriosa.
  11. Bevi meno alcol: Meglio ancora se non ne bevi proprio.
  12. Non fumare: Ogni sigaretta nuoce alla salute.

Trovi altri consigli per uno stile di vita sano qui

In Svizzera mancano i medici di famiglia. Che ruolo svolgono nella prevenzione delle malattie?

A mio avviso i medici di famiglia sono gli attori più importanti del sistema sanitario. Siccome spesso seguono una persona per anni, la conoscono molto bene e possono individuare precocemente l'insorgere di una malattia. Il problema è che i medici di famiglia devono anche provvedere a sbrigare molte pratiche amministrative, il che scoraggia alcuni giovani medici dall'intraprendere questo percorso professionale. Un maggior numero di studi associati e di centri sanitari, in cui i medici di famiglia sarebbero sollevati dai compiti amministrativi, potrebbe essere una soluzione.

Le persone diventano sempre più longeve. Nonostante tutte le misure preventive, questo significa che sempre più persone soffrono di patologie legate all'invecchiamento. Grazie a nuove scoperte si fa strada la speranza di mantenere una buona qualità di vita nonostante tali malattie?

Ritengo siano necessarie nuove forme di aiuto e supporto. Trovo entusiasmanti i progetti che coinvolgono un intero quartiere nell'assistenza agli anziani. Nell'ambito del programma nazionale di ricerca "Assistenza sanitaria", sono state create ad esempio reti di assistenza nei comuni bernesi di Münsingen e Belp e a Zurigo-Schwamendingen composte da volontari, personale infermieristico e politici locali. L'obiettivo è garantire che le persone affette da malattie croniche possano beneficiare di una buona assistenza continuando a vivere a casa loro.

E lei come si mantiene in forma?

Con palloni grandi e piccoli. Un tempo giocavo a calcio, poi anche a golf, ma amo soprattutto il tennis. Secondo un nuovo studio, pare che questo sport allunghi la vita di dieci anni.

Contenuti collegati

di Michael West,

pubblicato in data 08.05.2024


Potrebbe interessarti anche:

Consigli settimanali sulla salute nella newsletter di iMpuls

Iscriviti ora e vinci
geschenk-icon1