Internet Explorer non è più supportato

Per utilizzare al meglio il sito web ti preghiamo di usare un browser web attuale.

Igiene intima delicata: a cosa devono prestare attenzione sia uomini che donne

Una buona igiene delle parti intime protegge da odori sgradevoli e da infezioni. Cosa dovrebbero tenere a mente sia uomini che donne durante l'igiene intima.

Raramente si parla dell'igiene dalla vita in giù. C'è un tabù in particolare quando si parla di lavarsi «là sotto»: l'igiene scorretta ed esagerata. Infatti, il pH delle parti intime è acido. Un'igiene eccessiva può sbilanciare questo pH e attaccare il mantello acido, con il risultato di indebolire la difesa naturale contro germi e batteri indesiderati. 

Quanto spesso è necessaria l'igiene intima?

Nella zona pubica, meno è meglio. Secondo gli esperti, è sufficiente lavare quotidianamente la zona intima solo con acqua tiepida. Si raccomanda anche di lavarsi prima e dopo un rapporto sessuale.

Cura intima con o senza sapone?

Solo con l'acqua non ci si sente abbastanza freschi? O le donne vogliono evitare infezioni, soprattutto durante le mestruazioni? Ebbene, i saponi o i bagnoschiuma tradizionali sono troppo alcalini per questa zona sensibile. Tuttavia, è possibile utilizzare con parsimonia una lozione detergente intima delicata. I detergenti più delicati sono quelli senza coloranti, conservanti o profumi e con un pH regolato. Vanno usati solo nell'area genitale esterna, questo vale per entrambi i sessi.

Perché, come scrive la dottoressa Yael Adler, dermatologa e autrice di bestseller: «C'è una mucosa nella vulva e sotto il prepuzio. In quelle zone non vanno assolutamente usati sapone o sostanze detergenti, ma solo acqua calda.» Lo sporco e le secrezioni, come il rivestimento bianco naturale degli organi genitali, il cosiddetto smegma, si dissolvono in acqua. Lo smegma può favorire le infiammazioni e rendere sgradevole l'odore dell'inguine. Un'igiene accurata ma delicata della sfera intima è quindi importante, soprattutto su base quotidiana.

A cosa devono prestare attenzione gli uomini e donne durante l'igiene intima?

Si consiglia agli uomini di spingere delicatamente indietro il prepuzio quando si lavano e di pulire la pelle sottostante con acqua tiepida.

Per le donne: i risciacqui vaginali o spruzzare acqua nelle parti interne compromettono l'equilibrio acido. La vagina si pulisce da sé grazie ai suoi batteri lattici.

A differenza degli uomini, l'uretra e l'ano delle donne sono molto vicini tra loro. E lo stesso vale per la vagina. Il rischio di infezione da germi è quindi più elevato. Pertanto, le donne devono ricordarsi di pulirsi da davanti a dietro. Altrimenti, i batteri intestinali possono penetrare nella vagina e nell'uretra e causare, ad esempio, cistiti. È meglio tamponare delicatamente con la carta igienica; sfregare in modo energico può irritare la pelle.

(Continuazione in basso...)

Contenuti collegati

Vai al Dossier

Pulire il sedere con la carta igienica inumidita?

La piega dei glutei è una delle parti del corpo più sudate. E una delle aree sensibili perché pelle e mucosa si incontrano nella zona anale. La cosa migliore è lavarsi con acqua tiepida o con una lozione detergente delicata, da risciacquare poi per bene con l'acqua. Per una maggiore sensazione di pulizia, molti usano le salviettine umidificate. Tuttavia, queste possono contenere sostanze irritanti e costituire un problema per la rete fognaria. Inoltre, è sufficiente inumidire con un po' d'acqua la normale carta igienica. L'ideale è anche un WC con doccetta oppure adottare la pratica dei nostri vicini a sud: lavarsi nel bidet e poi asciugarsi. Se si utilizza un panno di spugna, è meglio cambiarlo e lavarlo dopo ogni utilizzo.

Quale biancheria intima è più comoda?

Anche la biancheria intima va cambiata frequentemente, preferibilmente ogni giorno. Sono particolarmente adatti i materiali naturali traspiranti, come il cotone. Per le mutandine sintetiche da donna, può essere sufficiente che siano di cotone nella zona inguinale. Uno slip classico non troppo stretto è in genere migliore di un perizoma. Quest'ultimo può sfregare nella piega della pelle e spingere i batteri intestinali nei punti sbagliati.

A cosa devo prestare attenzione durante la depilazione intima?

I nostri peli pubici funzionano come una sorta di impianto di climatizzazione: fanno entrare l'aria nelle zone intime e impediscono alla pelle di sudare e inumidirsi. Quindi l'idea che la depilazione intima sia più igienica è solo un mito. Se preferite non avere i peli: epilazione, ceretta o sugaring sono possibili, ma possono essere piuttosto dolorosi per questa zona così delicata. La crema depilatoria è meno adatta, e soprattutto non deve entrare in contatto con le mucose. Durante la rasatura su pelle bagnata, è consigliabile tagliare prima i peli e utilizzare una schiuma da rasatura per pelli sensibili e una lametta pulita e affilata.   

Dopo la rasatura, o anche in caso di pelle molto secca, una delicata lozione after shave o una ricca crema intima con ingredienti naturali fanno bene.

Prodotti adatti

di Petra Koci,

pubblicato in data 20.02.2023


Potrebbe interessarti anche:

Dal 20 al 26 febbraio 1 retina di pompelmi e 500 g di mele Gala a solo fr. 1.–

Leggi tutto
Vitaminfranken IT