Internet Explorer non è più supportato

Per utilizzare al meglio il sito web ti preghiamo di usare un browser web attuale.

Bastoncini da trekking: quali i vantaggi?

I bastoncini da trekking sono compagni di viaggio molto amati per le escursioni in montagna. A cosa servono, come usarli correttamente - e in quali situazioni è meglio lasciarli a casa: ecco alcuni consigli.

Ecco perché i bastoncini da trekking sono utili

Usi i bastoni da trekking?

Torna alla valutazione
Torna alla domanda

Usi i bastoni da trekking? ( Partecipante)

%
%
%
  1. Rafforzamento del sistema cardiovascolare: se si utilizzano i bastoncini da trekking in modo corretto e attivo, si allenano i muscoli della parte superiore del corpo e si stimola il sistema cardiovascolare. In salita, grazie ai bastoncini gli escursionisti possono mantenere il ritmo. È preferibile inserire la mano nei laccioli passamano dal basso, in modo da ottenere un sostegno supplementare.
  2. Sollievo per le articolazioni: in discesa, le articolazioni, i legamenti e i muscoli dei piedi, delle gambe e delle anche sono sottoposti a forti sollecitazioni. Secondo il CAS, chi usa correttamente i bastoncini esercita fino al 16% di sforzo in meno sulla parte inferiore del corpo.
  3. Allenamento della muscolatura della parte superiore del corpo e delle braccia: i muscoli delle braccia, i polsi e le spalle assorbono un carico che altrimenti andrebbe a gravare interamente sulle ginocchia e sulle gambe. Più i bastoncini sono lunghi, maggiore è il sollievo per le gambe e più intenso è l'allenamento della parte superiore del corpo.
  4. Sicurezza ed equilibrio: i terreni difficili e irregolari complicano l'andatura. I bastoncini da trekking favoriscono l'equilibrio e danno anche sicurezza alla psiche. Importante: utilizzare i bastoncini solo per un breve periodo per migliorare l'equilibrio.

Perché dovremmo farne a meno

  1. Riduzione dell'equilibrio corporeo: se si usano i bastoncini solo per l'equilibrio, questo si riduce, così come il passo sicuro e la coordinazione. Per le escursioni facili e in pianura, i bastoncini non sono necessari, a meno che non si stia trasportando uno zaino pesante. 
  2. Ostacolo in situazioni difficili: se ci sono piccoli passaggi di arrampicata, i bastoncini diventano un ostacolo. È per questo che devono stare nello zaino. Inoltre, di tanto in tanto si infilano tra le gambe, con il rischio di provocare cadute. Su roccia o in condizioni di bagnato, non garantiscono la protezione antiscivolo.

Come vengono utilizzati

  1. Regolarli correttamente: la regola generale per impostare l'altezza è la seguente: l'avambraccio e la parte superiore del braccio formano un angolo retto (90 gradi) quando sono in piano, l'avambraccio è parallelo al terreno. In discesa, i bastoncini dovrebbero essere estesi al massimo per due terzi dell'altezza del corpo, meglio se meno.
  2. Importante quando si scende: non utilizzare i laccioli passamano. Se si scivola e il bastoncino rimane incastrato con la mano nel lacciolo, si possono verificare lesioni e persino la lussazione della spalla.
  3. Utilizzarli correttamente: i bastoncini dovrebbero essere vicini al lato del corpo. Gli escursionisti dovrebbero, di tanto in tanto e per variare la sollecitazione sui muscoli, anche camminare con un solo bastoncino o addirittura senza e intervallare i doppi bastoncini. I bastoncini forniscono un sollievo ottimale solo se si cammina in modo corretto. Assicurarsi di poggiare bene le piante dei piedi in salita e di non posare i talloni in discesa.
  4. Trovare i bastoncini giusti: è importante che i bastoncini siano adatti alla persona che li utilizza. È bene dunque farsi consigliare dal negozio di articoli sportivi. 

(Continuazione in basso...)

Accorgimenti per l’acquisto

  1. Acquistare i bastoncini adatti per il trekking: Non per il nordic walking. Soprattutto durante la salita i bastoncini devono essere in grado di sopportare un carico notevole. I bastoncini da trekking di norma sono più robusti e dotati di impugnature più grosse e passanti più larghi.
  2. Carbonio o Titanio: Grazie a materiali come il carbonio o il titanio, i bastoncini da trekking hanno un peso inferiore, ma ciò nonostante sopportano carichi maggiori. Mentre il carbonio è un po’ più leggero, i bastoncini in titanio sono più flessibili e stabili. I bastoncini da trekking generalmente sono suddivisi in tre-quattro parti, il che li rende più agevoli anche per il trasporto. Per quanto riguarda i meccanismi di regolazione della lunghezza del bastoncino, da un lato esistono sistemi dotati di filettatura e chiusura a vite. I bastoni alpini con sistema di bloccaggio esterno permettono una rapida regolazione della lunghezza assicurando comunque una tenuta elevata. I bastoncini pieghevoli dal canto loro sono facilissimi da ripiegare con un ingombro minimo.
  3. Una buona presa: Per una buona presa sono consigliate soprattutto le impugnature in sughero o in materiale a base di schiuma. Si tratta di impugnature imbottite che assorbono il sudore, non trasmettono una sensazione di freddo in caso di pioggia o basse temperature e sono antisdrucciolo. Inoltre sono molto comode.

Contenuti collegati

Vai al Dossier

di Silvia Schütz,

pubblicato in data 18.08.2022, modificato in data 14.09.2022


Potrebbe interessarti anche:

Abbonati alla newsletter iMpuls e vincere una carta regalo Migros

Iscriviti subito e vinci