Internet Explorer non è più supportato

Per utilizzare al meglio il sito web ti preghiamo di usare un browser web attuale.

9 escursioni nelle gole per le giornate calde

Vuoi fare attività nonostante la calura estiva? Ecco 9 fresche escursioni per te.

Le lucertole del deserto sono considerate vere amanti del sole. Ma anche loro a volte hanno troppo caldo. Così si nascondono nelle loro tane o sotto le pietre. All’insegna del motto «Impariamo dagli animali», ci dirigiamo verso gole e grotte: là dove ci aspettano fresco e ombra, nonostante il gran caldo.

Regione di Berna e Altopiano

Le rinfrescanti cascate di Trümmelbach

Trümmelbachfälle
Trümmelbachfälle
Le cascate di Trümmelbach

Le cascate di Trümmelbach, nella Valle del Lauterbrunnen, sono considerate le più grandi cascate sotterranee d’Europa. La zona è nota anche come Valle delle 72 cascate. L’acqua precipita lungo pareti rocciose per diverse centinaia di metri. Un sentiero da Lauterbrunnen a Stechelberg passa per questo spettacolo acquatico.

200 metri di profondità nella gola dell'Aare

aareschlucht
aareschlucht
La Gola dell'Aare è profonda circa 200 metri

In 40 minuti è possibile scoprire la gola dell'Aare, lunga 1,4 km, tra Meiringen e Innertkirchen. Nel corso di migliaia di anni, l'acqua ha intaccato il calcare e ha creato la gola: è profonda circa 200 metri e larga un metro nel punto più stretto. La ferrovia Meiringen-Innertkirchen (MIB) conduce direttamente alle fermate agli ingressi ovest ed est della gola.

Il romanticismo nella Gola del Taubenloch

taubenloch
taubenloch
Il Taubenloch offre una visione di 150 milioni di anni di storia della Terra

Alle porte della città di Bienne, l'acqua sgorga attraverso la romantica gola del Taubenloch. Per tre chilometri si attraversano grotte e rocce a strapiombo, accompagnati dal refrigerio dell'acqua. A seconda del ritmo, ci vogliono da una a due ore. Dalla stazione ferroviaria di Bienne basta prendere l'autobus in direzione «Stadien» fino alla fermata «Taubenloch».

Sulle passerelle attraverso la Gola del Diavolo

teufelsschlucht
teufelsschlucht
32 ponti e passerelle aprono la Gola del Diavolo

Per scoprire la «Tüfelsschlucht», lunga 2,2 chilometri, bisogna attraversare 32 ponti e passerelle. Si snoda per ben due chilometri lungo il torrente Cholersbach. Un percorso a volte sognante, a volte brusco, e sempre sorprendente. Secondo la leggenda, un tempo qui si era insediato il diavolo, da cui il nome. L'avventura diabolica inizia a Hägendorf.

Svizzera centrale

Giù nelle spaventose caverne del Muotathal

Langzeitbelichtung: Höllloch mit Höhlenkletterern
Langzeitbelichtung: Höllloch mit Höhlenkletterern
Hölloch

Sotto al paesaggio carsico del Muotathal si trova l’Hölloch: con i suoi 200 km circa di lunghezza conosciuta è una delle grotte più grandi del mondo. Il nome deriva dal termine hääl («viscido, liscio») oppure da Helloch («caverna, inferno», «orrendamente isolato»). Questo mondo sotterraneo a sei gradi di temperatura può essere visitato tutto l’anno accompagnati da una guida.

(Continuazione in basso...)

Per saperne di più sul caldo

Vai al Dossier

Grigioni

La gola della Viamala: il fascino della «Pessima strada»

Viamalaschlucht mit Aussischtsplattform
Viamalaschlucht mit Aussischtsplattform
La gola della Viamala

Larga solo pochi metri, bella e selvaggia: un tempo la gola della Viamala era temuta. Tanto che i viaggiatori le affibbiarono un nome che in romancio significa appunto «Pessima strada». Per i viaggiatori diretti ai passi alpini dello Spluga e di San Bernardino questa gola del Reno Posteriore fu per centinaia d’anni una tappa obbligata. L’escursione da Thusis ad Andeer dura quattro ore buone. Grazie a una mappa del tesoro i bambini possono scoprire la gola e i suoi segreti.

Gola della Roffla - Niagara in miniatura

roffla
roffla
La gola della Roffla nel parco naturale di Berverin

Il modello di questa gola sono le cascate del Niagara, nella regione di confine tra Stati Uniti e Canada. Tornato dall'America, l'ex emigrante Christan Pitschen-Melchior iniziò a scavare un sentiero nella gola. Per sette anni ha lavorato la roccia a mano e ha creato una galleria. Come nell'originale, il sentiero passa attraverso la roccia dietro la cascata. Ci vogliono 30 minuti per andare e tornare.

Di fronte alla gola si trova una locanda e un piccolo museo che mostra come si è formata la gola. La Gola della Roffla è raggiungibile in auto e con l'autobus postale (fermata «Andeer, Rofflaschlucht»).

Gola del Reno - il «Grand Canyon svizzero»

rheinschlucht
rheinschlucht
La gola del Reno è stata formata da una frana

Il fiume impetuoso nella gola allungata è uno spettacolo. Ripide scogliere, morbidi banchi di sabbia e rapide caratterizzano il suo corso. Una frana si è abbattuta nella valle 10.000 anni fa e ha formato l'imponente gola della valle del Reno anteriore, che costituisce un habitat unico per uccelli, orchidee, foreste e altre specie. La gola può essere percorsa a piedi in quattro-otto ore. Un buon punto di partenza è la stazione della ferrovia Retica di Trin.

Svizzera occidentale e Vallese

Attraverso la profonda gola della scrosciante Areuse

Areuseschlucht mit Steinbrücke
Areuseschlucht mit Steinbrücke
La gola dell’Areuse

Il punto di partenza dell’escursione lungo la gola dell’Areuse è Noiraigues nella Val de Travers. Dopo circa un chilometro si raggiunge la gola, scavata molto tempo fa dalle acque del Giura. Anche nel pieno della calura estiva qui soffia un venticello fresco. Torri di roccia, ponti di pietra, un sentiero spettacolare e lo scroscio dell’Areuse rendono le tre ore di camminata una vera e propria esperienza, anche per i più piccoli.

di Silvia Schütz,

pubblicato in data 13.07.2022, modificato in data 28.07.2023


Potrebbe interessarti anche:

Personal Health Coaching: Ti aiutiamo ad acquisire forza mentale

Vai!
mann-beim-trailrunning