Internet Explorer non è più supportato

Per utilizzare al meglio il sito web ti preghiamo di usare un browser web attuale.

Infiammazione del nervo sciatico: perché muoversi è importante

Dolori lancinanti che si irradiano lungo le gambe: la compressione del nervo sciatico è una condizione estremamente dolosa. Ciononostante il consiglio è muoversi piuttosto che stare a riposo.

La colonna vertebrale è una struttura meravigliosa ed estremamente complessa, formata da 24 vertebre sovrapposte collegate tra loro da dischi intervertebrali. I nervi che fuoriescono da ciascuna vertebra ricevono i segnali, nella fattispecie gli stimoli dolorosi, e li trasmettono al cervello.

Infiammazione del nervo sciatico: sintomi

Il dolore trasmesso dal nervo sciatico, il più lungo del nostro organismo, può irradiarsi dalla regione lombo sacrale ai glutei fino alle dita dei piedi. In alcune zone delle gambe si può avvertire una sensazione di formicolio, una sorta di intorpidimento. Se si tossisce o si starnutisce il dolore diventa più acuto. Alcune persone avvertono dolori lievi, mentre altre non riescono quasi più a muoversi.

«I dolori al nervo sciatico si irradiano solo raramente a entrambi i glutei e gambe», spiega il dottor Martin Spoendlin, specialista in medicina interna generale FMH presso la Clinica Merian Iselin di Basilea. «In caso di ernia del disco estesa, il punto di passaggio dei nervi può risultare più stretto da ambedue i lati causando così dolori a entrambi i nervi sciatici. Questo è di solito una patologia grave.»

Dolori al nervo sciatico: cause e fattori di rischio

La sciatalgia è causata dalla pressione esercitata su un nervo in corrispondenza del punto d’uscita dal canale spinale. Tale situazione può verificarsi a seguito di un prolasso del nucleo polposo (più comunemente noto come ernia del disco) o di osteofiti, dovuti all’usura delle piccole articolazioni intervertebrali.

Il rischio aumenta nelle persone di statura elevata, nei fumatori e in chi sostiene un livello di stress superiore alla media e sottopone il fisico a sforzi eccessivi. Nella maggior parte dei casi questa patologia fa la sua prima comparsa tra i 45 e i 65 anni.

Diagnosi dei disturbi del nervo sciatico

Per capire se i dolori alla schiena hanno davvero a che fare con il nervo sciatico il medico ha a disposizione un esame molto semplice. Dopo aver fatto distendere il paziente in posizione supina gli solleva verso l’alto una gamba tesa. Se, con l’arto sollevato di circa 45 gradi, il paziente avverte un forte dolore al gluteo e alla coscia che si irradia fino al ginocchio, significa che è presente una compressione di un nervo nella regione lombare.

A seconda dell’intensità del dolore è indispensabile eseguire ulteriori accertamenti, quali la tomografia assiale computerizzata (TAC o CT) e la risonanza magnetica, utili a rilevare un’eventuale ernia al disco. Se il nervo è molto schiacciato tanto da ostacolarne la normale funzione, occorre sottoporsi ad analisi supplementari», spiega Spoendlin. Questo causa debolezza muscolare e disturbi sensoriali ai piedi e alle gambe. L'intervento chirurgico va effettuato soprattutto in caso di debolezza muscolare prima che il nervo venga irrimediabilmente danneggiato.

Il primo approfondimento consiste nell’esecuzione di una MRI (risonanza magnetica). Se la sciatalgia non trae giovamento da farmaci e fisioterapia, è necessario adottare ulteriori provvedimenti. Anche in caso di sospetta lombalgia infettiva quale causa del dolore, ad esempio in presenza di febbre o di pazienti con determinate patologie tumorali, bisogna muoversi per tempo per vederci più chiaro.

(Continuazione in basso...)

Contenuti collegati

Vai al dossier

Decorso dei disturbi del nervo sciatico

Nonostante siano molto acuti, generalmente i dolori della sciatica non sono cronici e si ripresentano a distanza di un anno dalla prima comparsa in meno di un terzo dei pazienti. «L'ernia discale viene spesso dissolta dal corpo nel giro di alcuni mesi», spiega il dottor Martin Spoendlin. Solo raramente si ricorre all'intervento chirurgico, ad esempio quando sopraggiungono paralisi alle gambe.

Quasi sempre, in caso di sciatalgia acuta, si verifica una reazione infiammatoria e, talvolta, una flogosi del nervo interessato. Anche in questo caso, il quadro tende a risolversi spontaneamente. I farmaci antinfiammatori, tuttavia, contribuiscono ad accelerare la guarigione. Ad acuire il dolore possono poi concorrere anche contratture della muscolatura dorsale. Un aiuto viene fornito in questi casi dalla fisioterapia e dai farmaci antidolorifici e miorilassanti.

Questo esercizio combatte i dolori al nervo sciatico

Nel frattempo può essere d’aiuto praticare un semplice esercizio: ci si sdraia in posizione supina con la schiena diritta e si appoggiano le gambe su una sedia formando un angolo di 90 gradi con le ginocchia. Si mette una borsa dell’acqua calda sotto il bacino e si respira consapevolmente per alcuni minuti in modo che il corpo riceva più ossigeno e le contratture si allentino.

In ogni caso va evitata l’immobilità: i medici sconsigliano nel modo più assoluto questa strategia e suggeriscono di fare più possibile movimento. Il riposo a letto deve essere limitato al minimo indispensabile perché, pur alleviando i sintomi, non aiuta il paziente a rimettersi in piedi in tempi brevi.

5 discipline sportive per la salute della schiena

Zwei Personen beim Nordic Walking auf einer Brücke
Zwei Personen beim Nordic Walking auf einer Brücke

Nordic Walking

Il nordic walking è uno sport che non sollecita eccessivamente le articolazioni ed è particolarmente adatto a chi soffre di dolori alla schiena o è sovrappeso. Poiché non sottopone il fisico a uno sforzo troppo intenso è inoltre una pratica ideale per chi vuole avvicinarsi all’attività sportiva.

Frau beim Rückenschwimmen im Aussenbecken
Frau beim Rückenschwimmen im Aussenbecken

Nuoto a dorso

Il nuoto a dorso è lo stile ideale per combattere il mal di schiena, anche più dello stile a rana (che rischia di produrre una iperestensione delle vertebre cervicali). Poiché scarica il peso dalla colonna vertebrale consente di allentare più rapidamente le tensioni.

Velofahrerin auf einem Kiesweg
Velofahrerin auf einem Kiesweg

Ciclismo

Il ciclismo è ottimo per la schiena perché riduce il carico sulle articolazioni. Questa disciplina sportiva è inoltre particolarmente adatta per le persone sovrappeso. Durante la corsa il busto deve essere leggermente piegato in avanti.

Tanzsport
Tanzsport

Danza

La danza è un ottimo fattore di coesione sociale che può avere effetti positivi sulla psiche e mantenere agile il corpo. Il movimento allenta la tensione a livello delle articolazioni e dei dischi intervertebrali a beneficio anche della schiena.

Junges Paar beim Joggen im Wald
Junges Paar beim Joggen im Wald

Jogging

Fare jogging non è solo una pratica ideale per bruciare le calorie ma anche ottima per rinforzare la muscolatura della schiena. Si devono però indossare scarpe adatte altrimenti i dolori alla schiena possono perfino peggiorare.

Così rimani sempre al corrente

Desideri essere sempre al corrente su questo e su altri temi legati alla salute? Allora abbonati subito alla nostra newsletter.

di Markus Sutter,

pubblicato in data 10.05.2017, modificato in data 07.11.2022


Potrebbe interessarti anche:

Abbonati alla newsletter iMpuls e vincere una carta regalo Migros

Iscriviti subito e vinci