Internet Explorer non è più supportato

Per utilizzare al meglio il sito web ti preghiamo di usare un browser web attuale.

Chiudi

Vuoi vivere più sano?

Vuoi vivere più sano?

I reni: compiti, funzioni e malattie

I nostri reni sono lavoratori vitali e instancabili e quando soffrono, di solito lo fanno in silenzio. Risposte alle domande più frequenti sui reni e sulle malattie renali.

Qual è la funzione del rene?

I compiti principali dei reni sono l'eliminazione delle sostanze di scarto e la regolazione dell'equilibrio idrico ed elettrolitico dell'organismo. Ogni giorno attraverso i reni passano 1800 litri di sangue, 150 litri dei quali vi vengono filtrati. I reni espellono i prodotti di scarto, le tossine e i liquidi in eccesso attraverso l'urina. Inoltre, regolano la pressione sanguigna espellendo il sale e l'acqua in eccesso. Inoltre i reni intervengono nella produzione dei globuli rossi. Svolgono un ruolo importante nel metabolismo osseo e regolano l'equilibrio acido-base dell'organismo.

Anatomia del rene: dove si trova il rene e perché è un organo doppio?

I reni sono due organi a forma di fagiolo delle dimensioni di un pugno posizionati a sinistra e a destra della colonna vertebrale nell'area posteriore laterale della cavità addominale, appena sotto la gabbia toracica. Sotto il profilo della biologia evolutiva, i reni rappresentano un caso di organo doppio, anche se questa condizione non ha un motivo specifico. Tuttavia il fatto di essere due ha un vantaggio: se un rene non funziona o viene donato, basta il rene sano rimanente, che infatti può svolgere fino a due terzi del lavoro precedentemente svolto da entrambi i reni insieme.

Come e dove si manifesta il dolore ai reni?

La maggior parte delle malattie renali è indolore. Esistono tuttavia delle eccezioni: la pielonefrite, una cisti renale emorragica o i calcoli renali provocano dolore. Tali dolori si presentano nell'area del fianco direttamente sotto la gabbia toracica. In presenza dei calcoli renali invece, il dolore non rimane localizzato, ma si irradia verso il basso addome con l'avanzamento dei calcoli.

(Continuazione in basso...)

Che cos'è la pielonefrite o infiammazione della pelvi renale?

L'infiammazione dei reni può coinvolgere vari tessuti, come i corpuscoli renali, il tessuto di funzione renale o la pelvi renale. La malattia infiammatoria pelvica renale è la forma più comune. La causa è in genere un'infezione delle vie urinarie, cioè un'infiammazione della vescica. Se l'infezione delle vie urinarie non viene curata correttamente e non scompare da sola, i germi possono risalire l'uretere e infiammare il rene. L'infiammazione della pelvi renale si manifesta con dolore localizzato e febbre. Viene trattata con antibiotici.

Perché l'infiammazione può rappresentare un pericolo per le donne in gravidanza?

Le donne in gravidanza presentano un rischio maggiore di malattia infiammatoria pelvica e di un suo decorso grave. La pressione del bambino sull'uretere può ostacolare il flusso di urina e ritardare la guarigione. Inoltre, la pielonefrite può innescare il travaglio pretermine. Per questo motivo un'infezione delle vie urinarie in gravidanza viene trattata massicciamente per prevenire lo sviluppo di una pielonefrite. 

A rischio pielonefrite grave è anche chi soffre di calcoli renali. Anche un calcolo renale può infatti ostruire il flusso dell'urina. Una congestione renale deve essere trattata farmacologicamente.

(Continuazione in basso...)

Quali sono i sintomi e le cause dei calcoli renali?

Quanto è diffusa l'insufficienza renale in Svizzera?

"Insufficienza renale" è un termine di uso comune e portata generale che copre sia la forma acuta che le malattie renali croniche. In Svizzera, il problema riguarda circa il 10% degli adulti. Nove persone su dieci non ne sono consapevoli perché per molto tempo non compaiono sintomi. I medici distinguono diversi stadi della malattia renale. Solo negli stadi avanzati, quando la funzionalità renale è compromessa all'80-90% e si parla genericamente di insufficienza renale, si manifestano sintomi aspecifici come stanchezza, spossatezza, nausea, prurito e ritenzione di liquidi. Lo screening con esami del sangue e delle urine è quindi molto importante per la diagnosi precoce.

Maggiori informazioni: Fondazione Svizzera del rene

I calcoli renali sono concrezioni di sostanze presenti nell'urina. Di solito si tratta di piccoli cristalli di calcio, fosfato o ossalato. Assumiamo queste sostanze attraverso l'alimentazione. Se nelle urine se ne trovano concentrazioni elevate, possono aggregarsi. La causa dei calcoli renali è spesso una combinazione di determinate abitudini alimentari - per esempio, se mangiamo molto salato, molta carne e poca frutta e in più beviamo poco. Spesso esiste anche una predisposizione genetica.

I calcoli renali causano dolori molto acuti. Iniziano dal fianco, migrano nel basso addome e si irradiano nell'area genitale. I calcoli renali possono bloccarsi lungo il percorso verso l'escrezione, ed è dove si bloccano che si manifesta il dolore. Può anche accadere che nelle urine sia presente del sangue.

Il tipo più comune di calcolo renale non si dissolve da solo. Tuttavia, se il calcolo è più piccolo di 5 mm, c'è circa il 50% di probabilità che l'organismo lo espella da sé. I calcoli più grandi devono invece essere rimossi con metodi urologici.

La malattia renale cronica può essere attenuata o arrestata?

È difficile che si riesca a guarire da una malattia renale cronica, ma possiamo contribuire a stabilizzarla e a evitare che peggiori più rapidamente. Di grande aiuto è uno stile di vita sano: quindi, evitare fumo e sovrappeso. I principali fattori di rischio per la malattia renale cronica sono l'ipertensione arteriosa, il diabete, le malattie cardiovascolari, dei casi di malattia renale in famiglia e l'uso frequente di determinati antidolorifici. È quindi importante che pressione sanguigna e glicemia siano nella norma. Quanto agli antidolorifici, quelli con paracetamolo sono innocui. Va anche detto che esistono farmaci che rallentano la progressione della malattia renale.

Contenuti collegati

Vai al dossier

di Petra Koci,

pubblicato in data 06.03.2024


Potrebbe interessarti anche:

Concorso: vincete subito i buoni SAC.

Partecipa ora
Paar wandert zu SAC Hütte