Internet Explorer non è più supportato

Per utilizzare al meglio il sito web ti preghiamo di usare un browser web attuale.

Chiudi

Vuoi vivere più sano?

Vuoi vivere più sano?

Il desiderio come guida nella vita

Il desiderio: tutti conoscono questa sensazione dolce e amara allo stesso tempo. Ti spieghiamo di cosa si tratta, perché nasce e come si manifesta a Natale.

Chi non conosce il desiderio di amore, sicurezza, realizzazione professionale o del Natale perfetto?  Il desiderio può riferirsi specificamente a certe persone o cose o essere relativamente nebuloso e vago. Come nasce questo sentimento e a cosa serve.

Che cos'è il desiderio?

«Dal punto di vista sensoriale, c'è un'intensa sensazione dolceamara che attira le persone verso l'oggetto del loro desiderio e che spesso si manifesta nel corpo come qualcosa che «tira» o come una pressione sul petto», spiega la ricercatrice del desiderio Alexandra Freund. «Ma il desiderio ha anche molto a che fare con i nostri pensieri e le nostre idee». È anche influenzato dall'ambiente e dalla cultura in cui viviamo. Può riferirsi in modo molto specifico a determinate cose o persone, oppure essere relativamente nebuloso e vago. È sempre simbolico e riguarda ciò che manca nella nostra vita. Ad esempio, si può desiderare una collana di perle e quindi anche ciò che i gioielli rappresentano, ovvero l'idea di femminilità, bellezza, eleganza e lusso. Tuttavia, questo carattere simbolico spesso non è evidente e quindi le persone non sempre ne sono consapevoli.

Quali sono le cause del desiderio?

Il desiderio è spesso alimentato da una perdita. «Per esempio, una persona aveva due possibilità di carriera, orologiaio e falegname, e doveva fare una scelta», spiega la psicologa dello sviluppo. «In seguito questa persona si rammarica di aver perso un'opzione e si chiede come sarebbe stata la sua vita se avesse scelto diversamente». Può anche riguardare persone, luoghi in cui si abitava o stili di vita che abbiamo deciso di non accettare. Tuttavia, le persone possono anche desiderare cose o qualità che non hanno mai avuto prima, come la bellezza, la spensieratezza o un'ampia cerchia di amici. La pubblicità sfrutta in modo mirato queste forme di desiderio. Ad esempio, in uno spot pubblicitario per gli alcolici, vediamo persone bellissime che si godono una vita fantastica in un posto fantastico. Il messaggio è: se compriamo il prodotto, anche noi possiamo condurre una vita simile. Non è vero! Non vale nemmeno per le modelle che appaiono nelle pubblicità e che fanno solo finta.

I desideri devono essere realizzati?

Di norma, il desiderio rimane un'utopia, qualcosa di irraggiungibile. Spesso le persone immaginano che nella loro vita manchi qualcosa di specifico. Ad esempio, pensano che se fossero ricchi la loro vita sarebbe perfetta. Ma se il loro desiderio si realizzasse, ad esempio se vincessero alla lotteria, si renderebbero conto che in ogni caso non sarebbe tutto a posto. I desideri devono rimanere tali. Bisognerebbe dimenticare l'idea che tutto sarà improvvisamente fantastico quando il desiderio si realizzerà, perché la delusione è inevitabile.

(Continuazione in basso...)

Contenuti collegati

Vai al Dossier

Qual è la funzione del desiderio?

Il desiderio nostalgico può aiutare le persone a mantenere in vita le persone decedute o le relazioni passate, almeno nei loro pensieri e sentimenti. In particolare, il desiderio può svolgere una funzione di guida, ma non tutti la utilizzano. Può essere una sorta di indicazione e mostrare alle persone cosa manca nella loro vita e cosa vorrebbero avere. Spesso ci sono aspetti del desiderio che si possono incorporare nella propria vita. Forse qualcuno non è diventato un pianista professionista, ha scelto una strada diversa e il desiderio è rimasto. Tuttavia, questa persona può continuare a suonare il pianoforte il più spesso possibile, portando così la sua passione nella sua vita a un livello realistico. Anche questo può essere molto soddisfacente. 

Qual è il desiderio più grande?

Il desiderio di un legame emotivo profondo e genuino è centrale. Molte persone desiderano un grande amore o la sicurezza in famiglia. Ma molte aspirazioni riguardano anche la realizzazione professionale e la definizione del proprio percorso di vita. L'oggetto del desiderio cambia nel corso degli anni.

Le ricerche dimostrano che le questioni di politica sociale diventano più importanti con l'età. La pace nel mondo, il vivere in un ambiente sicuro, ma anche le questioni di salute risultano sempre più importanti.

L'idealizzazione dell'infanzia

Molte persone desiderano tornare alla loro infanzia. «Spesso si tratta di una nostalgia per uno stato passato che è completamente idealizzato da una prospettiva adulta», spiega l'esperta. «Abbiamo nostalgia della presunta spensieratezza dell'infanzia e dimentichiamo che anche noi abbiamo avuto delle preoccupazioni da bambini». Col senno di poi, a distanza di molti anni, questi problemi sembrano banali e piccoli, ma durante l'infanzia erano importanti per noi.

Desiderare il Natale perfetto

«Non esiste un Natale perfetto, non c'è mai stato e non ci sarà mai», dice. Per inciso, non esistevano nemmeno nella nostra infanzia. In passato, a volte siamo rimasti delusi perché abbiamo ricevuto il regalo sbagliato o perché il fratello ha ricevuto il regalo presumibilmente più bello. Tuttavia, desideriamo ancora un Natale perfetto perché rappresenta molte cose: è la cosiddetta festa dell'amore, in cui le famiglie dovrebbero riunirsi in armonia, piene di affetto e di benevolenza reciproca. Ma di solito non funziona, perché a Natale siamo le stesse persone di sempre e i conflitti sono inevitabili. Tuttavia, questa ricerca del Natale perfetto è un desiderio positivo, perché ci spinge a sforzarci sempre di più e perché ci dimostra quanto siano importanti per noi questa ricorrenza e le persone che vi partecipano.

Ridimensionare le aspettative legate al Natale

Per rendere il Natale il più piacevole possibile, bisogna ridimensionare le proprie aspettative. Per esempio, ammettiamo a noi stessi: "Sì, voglio davvero che questo Natale sia meraviglioso, ma so già che non sarà così. Non resterò delusa se lo zio Carlo ricomincerà a declamare slogan politici e mia sorella Stefania si arrabbierà». Si può sempre fare del proprio meglio, ma non si deve aspirare alla perfezione. Se si sposta l'attenzione e ci si concentra sulla bellezza che c'è, si è già guadagnato molto. E anche un po' di umorismo aiuta ad affrontare bene queste situazioni.

di Nadia Fernández,

pubblicato in data 13.12.2023, modificato in data 13.12.2023


Potrebbe interessarti anche:

Outdoor Fitness: una sferzata di freschezza per la salute

Prova adesso
2160x2160_Programm_Bilder_Kochen