Internet Explorer non è più supportato

Per utilizzare al meglio il sito web ti preghiamo di usare un browser web attuale.

Chiudi

Vuoi vivere più sano?

Vuoi vivere più sano?

La barbabietola: un delizioso ortaggio invernale

Le barbabietole sono i tipici ortaggi a lunga conservazione. iMpuls ti svela cosa contiene la barbabietola e a cosa abbinarla.

La barbabietola (rapa rossa) si consumava nel bacino del Mediterraneo già più di 2000 anni fa. Appartiene alla famiglia delle Chenopodiaceae e fa parte degli ortaggi da tubero. Il suo tipico colore rosso intenso è dovuto al contenuto di betanina e antociani. L’industria alimentare ha sfruttato questa caratteristica innata utilizzandolo come colorante naturale (E162), per esempio nello yogurt alle fragole. Un eccessivo consumo di questo ortaggio può comportare un temporaneo colore rossastro di urina e feci.

Barbabietole: colori e stagionalità

Oltre alla nota varietà rossa, in Italia, soprattutto a Chioggia, si coltiva quella con anelli rossi e bianchi. Gli appassionati di giardinaggio apprezzano in modo particolare le varietà rare come quella gialla o bianca, piuttosto difficili da trovare in commercio. Tutte le varietà conquistano grazie al loro gusto leggermente aspro. Le barbabietole sono disponibili tutto l’anno, ma la stagione principale della raccolta è tra agosto e aprile. In questo periodo è possibile comprare anche le barbabietole con le foglie, che possono essere cucinate come gli spinaci.

(Continuazione in basso...)

Di più sulla verdura invernale regionale

La barbabietola: più gustosa con un pizzico di acidità

Gusto

La barbabietola ha un interessante gusto dolce e terroso e si lascia combinare bene con numerosi ingredienti. Si abbina perfettamente con note acidule o salate.

  • Formaggio di capra
  • Arancia
  • Patata
  • Cipolla
  • Noci
  • Rafano
  • Cioccolato

Appena acquistata la barbabietola dovrebbe apparire soda, succosa e integra con una superficie liscia e di colore uniforme. Si conserva bene in frigorifero per circa una settimana avvolta in una pellicola con fori di sfiato. La barbabietola è perfetta da abbinare alle insalate ed è deliziosa come condimento nei piatti unici o nel risotto. Aggiungi alla barbabietola un po’ di acidità sotto forma di aceto o succo di limone dopo averla cotta: il gusto sarà ancora più intenso. Questo tubero va bollito intero dopo averlo lavato e pelato; va tagliato solo a cottura ultimata.

(Continuazione in basso...)

Ricette raffinate con la barbabietola

Vai alla ricetta
Cake alla barbabietola e purea di mele
Ricetta

Cake alla barbabietola e purea di mele

200
kcal
2h 20min
Vegetariano
Vai alla ricetta
Hummus di barbabietole con germogli
Ricetta

Hummus di barbabietole con germogli

480
kcal
5min
Vegetariano
Vai alla ricetta
Risotto alle mandorle con barbabietole e funghi
Ricetta

Risotto alle mandorle con barbabietole e funghi

630
kcal
50min
Vegana
Vai alla ricetta
Crema di barbabietola
Ricetta

Crema di barbabietola

250
kcal
25min
Vegetariano
Vai alla ricetta
Omelette alle barbabietole
Ricetta

Omelette alle barbabietole

240
kcal
30min
Vegetariano
Vai alla ricetta
Bortsch
Ricetta

Bortsch

390
kcal
2h 30min
Vai alla ricetta
Spaghetti di lenticchie con carbonara di verdure tostate
Ricetta

Spaghetti di lenticchie con carbonara di verdure tostate

560
kcal
20min
Vegetariano
Vai alla ricetta
Bowl di tofu e bulgur
Ricetta

Bowl di tofu e bulgur

530
kcal
50min
Vegana
Vai alla ricetta
Insalata d’orzo pronta per l'uso con yogurt
Ricetta

Insalata d’orzo pronta per l'uso con yogurt

450
kcal
5min
Vegetariano

Valori nutrizionali: cosa contiene la barbabietola

Le barbabietole contengono 46 kcal per 100 grammi. Sono composte prevalentemente da carboidrati. Contengono anche potassio e acido folico.

Le barbabietole contengono una quantità relativamente elevata di acido ossalico. Chi è soggetto alla formazione di calcoli renali dovrebbe tenerlo presente e consumarle solo in quantità ridotte o evitarle del tutto. La cosa migliore in questi casi è chiedere consiglio al proprio medico. Inoltre, le barbabietole trattengono i nitrati contenuti nei fertilizzanti e nel terreno, che in determinate condizioni possono trasformarsi in nitriti e nitrosammine pericolosi per la salute. I neonati al di sotto dei cinque mesi non dovrebbero mai mangiare le barbabietole.

 

Per 100 g (crudo, parte commestibile)

Per porzione = 120 g (crudo, parte commestibile)

Percentuale di copertura del fabbisogno giornaliero con una porzione*

Energia

46 kcal

55.2 kcal

2.8%

Grassi, totali

0.1 g 0.1 g

0.2%

di cui acidi grassi polinsaturi

0.1 g 0.1 g

0.5%

Carboidrati 8.4 g 10.1 g

3.9%

di cui zuccheri

8.4 g 10.1 g

11.2%

Fibre alimentari

2.5 g 3 g

10.0%

Proteine

1.5 g 1.8 g

3.6%

Sale

0.1 g 0.1 g

2.0%

Vitamine:

   

 

Vitamina A

1 µg 1.2 µg 0.2%

Vitamina E

0.05 mg 0.06 mg

0.5%

Vitamina C

(acido ascorbico)

5.5 mg 6.6 mg

8.3%

Vitamina B1 (tiamina)

0.02 mg 0.02 mg

2.2%

Vitamina B2 (riboflavina)

0.04 mg 0.04 mg

3.4%

Niacina

0.23 mg 0.28 mg

1.7%

Vitamina B6 (piridossina)

0.04 mg 0.05 mg

3.4%

Acido folico

83 µg 99.6 µg

49.8%

Acido pantotenico

0.15 mg 0.18 mg

3.0%

Sali minerali:

     
Potassio 430 mg 516 mg

25.8%

Cloruro 76 mg 91.2 mg

11.4%

Calcio 16 mg 19.2 mg

2.4%

Fosforo

23 mg 27.6 mg

3.9%

Magnesio 21 mg 25.2 mg

6.7%

Ferro 0.3 mg 0.36 mg

2.6%

Zinco

0.3 mg 0.36 mg

3.6%

Selenio

0.2 µg 0.24 µg

0.4%

Iodio

0.4 µg 0.48 µg

0.3%

*Quantità di riferimento per un adulto medio (8400 kJ/2000 kcal)

Fonte: Banca dati svizzera dei valori nutritivi

Stato: 19.9.2023

di Claudia Vogt,

pubblicato in data 17.11.2017, modificato in data 23.10.2023


Potrebbe interessarti anche:

Consulenza sulla salute: fissa subito un primo colloquio gratuito.

Vai all’iscrizione
mann-beim-trailrunning