Internet Explorer non è più supportato

Per utilizzare al meglio il sito web ti preghiamo di usare un browser web attuale.

Claudia Vogt

cvogt
Dietista

Claudia Vogt

Claudia Vogt è dietista Bsc, Associazione Svizzera dei Dietisti. Dispone di una pluriennale esperienza professionale. Attualmente lavora come dietista presso l'Ospedale Universitario di Zurigo.

Tutte le risposte di Claudia Vogt

Secondo i primi studi pare che dia buoni risultati. I valori glicemici e lipidici migliorano. Tuttavia si tratta di una dieta che non sempre è compatibile con la vita sociale. Chi rinuncerebbe a una bella cena in famiglia? Ritengo non sia adatta a una perdita di peso duratura. Inoltre non fornisce nessuna raccomandazione su cosa esattamente mangiare.

Molto probabilmente c'è una forte carenza di proteine. L'organismo ha bisogno di proteine, da un lato, per costruire la massa muscolare e, dall'altro, per stimolare il metabolismo. Consiglio di assumere 3 porzioni giornaliere di latticini (ad es. 2 dl di latte, 150-200 g di yogurt, quark, cottage cheese, 30 g di formaggio o 60 g di formaggio a pasta molle). Inoltre una volta al giorno si dovrebbe mangiare carne o pesce, uova, tofu, quorn ecc. per garantire un apporto ottimale di proteine.

Con un contenuto pari a quasi il 13 percento, la quinoa contiene più proteine rispetto a molti altri cereali. Ma con oltre il 60%, i carboidrati sono presenti in percentuale più alta e costituiscono la fonte energetica principale. Pertanto la quinoa - come pasta, riso, patate, pane, mais, fiocchi di cereali e legumi - appartiene ai contorni a base di amido. I fiocchi d'avena, ad esempio, presentano una composizione piuttosto simile in termini di nutrienti principali. I legumi forniscono un apporto proteico addirittura maggiore (generalmente del 15-18%), ma anche nel loro caso sono i carboidrati la fonte principale di energia.

No, da un lato i muscoli necessitano di uno stimolo sufficiente (e quindi di movimento) e dall'altro di un adeguato apporto energetico, ovvero oltre alle proteine servono anche i carboidrati.

Cara Manuela, all'inizio e per un lasso ridotto di tempo possono essere utili. In questo modo puoi perdere peso e motivarti. Tuttavia, devi assolutamente analizzare le tue abitudini alimentari e mirare a un'alimentazione equilibrata a lungo termine. Devi conoscere i motivi che ti spingono a mangiare e trovare altri modi per soddisfarli.

Gli articoli di Claudia Vogt